×
×
☰ MENU

Carabinieri NAS Parma

Sporcizia, cibi scaduti in congelatore e altre irregolarità: 2mila euro di multa al titolare di una caffetteria-fast food

Sanzioni e diffide anche per altri tre locali ispezionati

 Sicurezza alimentare. controlli serali in città, irregolarità e sanzioni.

04 Giugno 2022,09:40

Ispezioni serali da parte dei carabinieri del Nas di Parma, con il supporto dei militari della Compagnia Carabinieri di Parma, in alcuni locali di somministrazione e vendita di alimenti in città. In quattro attività sono state accertate irregolarità.

In una caffetteria-fast food i carabinieri hanno trovato nei congelatori prodotti alimentari vari (verdure, formaggi e frutta secca) in parte privi di informazioni riguardanti la loro rintracciabilità ed in parte scaduti. Sono state rilevate carenze igienico sanitarie nei locali dell’attività, dovute alla presenza di confezioni di bevande a diretto contatto con il pavimento, sporcizia diffusa, formazione di ragnatele nei locali deposito, presenza di materiali non attinenti all’attività e congelatori con necessità di manutenzione. I militari del Nas hanno anche accertato la mancata esposizione al pubblico dell’elenco degli ingredienti relativi alle preparazioni gastronomiche nonché la non completa indicazione degli allergeni nei menù elettronici forniti alla clientela. Nei confronti del titolare dell’attività è stata emessa una sanzione  di 2000 euro ed è una diffida per il ripristino di idonee condizioni igienico sanitarie entro 30 giorni.

In un bar-tavola calda sono state accertate carenze igienico sanitarie dovute alla presenza di confezioni di bevande poste a diretto contatto con il pavimento, sporcizia diffusa e formazione di ragnatele nei locali deposito e presenza di oggetti non attinenti all’attività. Anche qui è stata rilevata la mancata esposizione dell’indicazione degli ingredienti o sostanze che possono provocare allergie o intolleranze alimentari relativamente alle preparazioni gastronomiche offerte ai clienti. Al titolare è stata comminata una sanzione amministrativa di 1.000 euro e, per l’omessa indicazione degli allergeni, è stata emessa una diffida.

Il titolare di una rosticceria-kebab è stato diffidato al ripristino di idonee condizioni igienico sanitarie del locale, dal momento che, nel corso del controllo, i carabinieri hanno rilevato la presenza di confezioni di bevande poste a diretto contatto con il pavimento. Una diffida è stata emessa anche per la mancata esibizione dell’attestato di alimentarista da parte dello stesso titolare.

Inun’altra rosticceria-kebab è stata rilevata l’omessa indicazione delle sostanze che possono provocare allergie o intolleranze nelle preparazioni gastronomiche offerte alla clientela. Per questo motivo il titolare dell’attività è destinatario di una diffida, da adempiere entro 30 giorni dalla data del controllo.

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI