×
×
☰ MENU

viale toscanini

Prima la sigaretta, le avances alla fidanzata, poi le botte e la rapina: arrestato uno dei tre aggressori di un 27enne

arrestato diciannovenne per tentata rapina aggravata

28 Giugno 2022,11:44

E' stato arrestato nella tarda serata di sabato sera per tentata rapina impropria. Si tratta di un afghano 19enne bloccato da una pattuglia delle Volanti ed un equipaggio della Squadra Mobile.

I poliziotti, mentre passavano in Viale Arturo Toscanini, hanno notato due ragazzi che si spintonavano in mezzo alla strada. Uno dei due - un parmigiano di 27 anni -, vedendo la pattuglia, ha cercato di attirare l’attenzione dei poliziotti, dicendo di essere stato aggredito dall’altro, che nel frattempo ha cercato di scappar per eludere i controlli.

Ma è stato bloccato insieme ad una pattuglia della Squadra Mobile, giunta tempestivamente sul posto.

 Sul posto era presente anche la compagna del 27enne, una ragazza di 22 anni. Il 27enne è apparso molto scosso e con evidenti escoriazioni sulle braccia. Ha raccontato di essere stato vittima insieme alla sua compagna di un tentativo di rapina da parte di tre persone, tra cui il 19enne. Date le circostanze, per meglio chiarire l'accaduto, sono stai tutti  condotti in Questura. A questo punto il 19enne ha opposto resistenza, scalciando contro i poliziotti presenti e minacciandoli di morte.

Giunti in Questura, la vittima ha denunciato di essere stato avvicinato dai tre ragazzi mentre era seduto su una panchina di Via Toscanini in compagnia della fidanzata. Con la scusa di chiedere una sigaretta, hanno cominciato a fare delle avances alla ragazza. A questo punto il 27enne ha rifiutato di offrire loro la sigaretta e quando la coppia ha cercato di andar via per evitare situazioni spiacevoli, uno dei tre  gli strappava gli occhiali da vista lanciandoli a terra e, mentre la vittima cercava di recuperarli, uno degli altri due gli ha sferrato un pugno in pieno volto. Contemporaneamente, il terzo aggressore (poi identificato per il 19enne arrestato) gli ha strappato dalle mani il cellulare e gli ha sferrato un calcio facendolo cadere a terra per poi tentare la fuga. Ma la vittima lo ha rincorso e raggiunto per recuperare il cellulare, che gliè stato scagliato addosso. Proprio in quel momento il provvidenziale arrivo della polizia. Il giovane afgano è stato arrestato per il reato di tentata rapina,  denunciato per resistenza a pubblico ufficiale e messo agli arresti domiciliari in attesa del giudizio di convalida.

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 1
  • Simon

    28 Giugno 2022 - 12:57

    Degrado senza fine. Guerra deve parlarne. Almeno spero. Questa è una emergenza ma ho poca fiducia. Pare che a Reggio uno abbia fatto pipí pubblicamente, nemmeno voltato verso il muro, ma proprio a beneficio e belvedere dei passanti. Si è sollevata una polemica ma a quanto pare nessun provvedimento. Zero tagliato. Se Dio non c'è allora tutto è permesso diceva Raskolnikov (cit. Delitto e castigo - Dostoevskij). Ci stiamo riducendo così.

    Rispondi

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI