Sei in Cronaca nera

maltrattamenti

Dopo 8 anni di botte, torna ad aggredire e minacciare l'ex moglie: 30enne in carcere

06 dicembre 2019, 14:02

Dopo 8 anni di botte, torna ad aggredire e minacciare l'ex moglie: 30enne in carcere

Ci era riuscita dopo 8 anni, l'anno scorso: al personale della Squadra Mobile aveva raccontato le condotte violente e prevaricatrici del marito, sfociate in frequenti aggressioni per cui aveva dovuto far ricorso alle cure dei medici, testimoniate dai referti. Le dichiarazioni contenute nella denuncia della donna aveva trovato un puntuale riscontro e, anzi, si erano aggravate dall'ascolto di diversi testimoni. Ma poi dopo alcuni mesi la donna era tornata in Questura e aveva detto che il marito separato -  Y.O., 30 anni, origine tunisina - aveva cambiato domicilio e che i rapporti si erano rasserenati.

Per poco, però: lo scorso 18 novembre la donna ha formalizzato una seconda denuncia/querela riferendo che, pochi giorni prima, lei ed il fratello erano stati vittime - in casa - di una violenta aggressione da parte dall’ex marito a cui aveva assistito anche il figlio minorenne. Un'aggressione che era stata preceduta da un ritorno massiccio alle minacce e alle offese, tempestandola di chiamate e messaggi.

Gli esiti dell’ulteriore attività investigativa hanno convinto il Pm Andrea Bianchi, a chiedere l’applicazione della custodia cautelare in carcere nei confronti dell'uomo, che oggi si trova nel carcere di via Burla ed è indagato per i reati di maltrattamenti in famiglia, atti persecutori e lesioni personali.

© RIPRODUZIONE RISERVATA