Croce di Malta

29 aprile 2014, 15:34

  • Tipologia/ Food
    Trattoria
  • Indirizzo/ Address
    borgo Palmia 8
  • Località/ Where
    Parma
  • Telefono/ Telephone
    0521 208681
  • Chiusura/ Closed
    Domenica e lunedì – Sunday and Monday
  • Trattoria
  • borgo Palmia 8
  • Parma
  • 0521 208681
  • Domenica e lunedì – Sunday and Monday
Cucina/ Food
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
Cantina/ Wine
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
Prezzo/ Price
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img

A due passi da via Farini e dietro piazza Garibaldi, sembra impossibile trovare un locale così: raccolto, silenzioso, semplice e elegante nelle tinte pastello, soffitto con travi di legno, tavoli tondi e quadrati. Molta attenzione alla qualità delle cose, dagli arredi alle materie prime e un’accoglienza educata e cordiale, senza alcun formalismo. Una coppia all’opera per passione della cucina che diventa mestiere e che in questo caso dura nel tempo, perché basata sulla serietà dell’impegno e il piacere di migliorarsi. Lui ai fornelli, lei ad aiutarlo e anche in sala a presentare, e con entusiasmo illustrare, i piatti di un repertorio che si sente prima vissuto, provato e amato dal cuoco che ora lo cucina anche per noi. Piccola lista che cambia spesso, segue le stagioni, privilegia quando possibile prodotti da agricoltura biologica, cerca il buono dov'è, meglio se vicino, altrimenti da amici e indirizzi scoperti in giro per l’Italia. Tovagliette di carta, con stampata sopra una pentola panciuta e la storia dei congiurati che partendo da qui accoltellarono nel 1854 Carlo III di Borbone; tovaglioli di cotone grezzo, buona carta dei vini italiani e francesi con mezze bottiglie e servizio a bicchiere. La cucina, i piatti Cucina italiana contemporanea, con piatti classici e di tradizione moderna presentati tenendo d’occhio la riconoscibilità del sapore, la necessaria leggerezza e facendo leva sull'elementare principio che senza la qualità degli ingredienti e delle materie prime non si va da nessuna parte. Per esempio, tra gli antipasti (9-12 euro), il timballo di zucca è un esempio di complessità risolta in modo semplice, a partire dalla base di patata (morbida e consistente), quindi la zucca dolce e non stucchevole, i porcini e poi in forno a gratinare appena: ogni componente è ottima, l’insieme armonioso e equilibrato. Il prosciutto stagionato 30 mesi, dolce e pienamente maturo, è quello di un artigiano sapiente (Devodier); i carciofi sono di stagione e la sfoglia che li contiene è asciutta e leggera. Gli anolini sono quelli della Bassa, col ripieno di Parmigiano; i tortelli d’erbetta hanno pasta chiara, piccoli, dolci di ricotta; i bucatini di pasta artigianale hanno tutto il sapore del grano che la cottura al dente ha loro preservato e che un sugo all’amatriciana gentile, con appena di peperoncino, sottolinea a dovere. Dopo i primi (10-12 euro), ecco un baccalà alto due dita, pieno di sapore, dalla carne che si sfoglia, fatto in umido con le cipolle; il salmone scozzese da allevamento bio, marinato in casa e servito in carpaccio; il polpo fresco con crema di patate al sedano; le polpette di manzo con una deliziosa passata di pomodoro. Altri secondi (12-20 euro): filetto di maiale nero all’arancia, cotechino, filetto di manzo. Per finire Dolci (6-7,50 euro) fatti in casa, a cominciare dai biscottini di Prato col vinsanto, il gelato con le visciole, la torta al grano saraceno con marmellata brusca. Quattro piatti per circa 45 euro (bevande escluse). Menu esposto, coperto 2,50 euro, ingresso e bagno (H) comodo. Non mancate Timballo di zucca, baccalà. 13/2/2014

 

English version below

Croce di Malta, a little jewel right in the heart of Parma
Quality without formalisms

A few steps away from via Farini, right behind Piazza Garibaldi, it would seem impossible to find a restaurant like this: cosy, quiet, simple and elegant with its pastel tints, wooden beams on the ceiling, round and square tables. Much attention is paid to the quality of every single thing, from the furniture to the polite and cordial welcome, without any formalism. A couple deeply motivated by their passion for cooking, which becomes a job and lasts over time because based on the seriousness of the commitment and the pleasure of improving themselves. The man in the kitchen, and the woman either helping him or serving at the tables while presenting, with much enthusiasm, the dishes of a repertoire lived, tested and loved by the cook who now prepares it for us. The menu is short and changes frequently, follows the seasonality, focuses when possible on organic products, tries to find quality materials not far from where we are, otherwise from friends and places discovered around Italy. Paper tablecloths with a pot-bellied pot printed on them and the story of the conspirators who, starting from here , stabbed in 1854 Charles II of Bourbon. Raw cotton napkins, a good wine list with both Italian and French bottles, half bottles and by the glass service available.

Food & Cuisine

Contemporary Italian cuisine with classic dishes and modern tradition presented by keeping an eye on the tastes’s individuality, the necessary lightness and appealing to the basic principle that without the quality of the ingredients and raw materials, you can’t go anywhere. For example, among the starters (9-12 euros), pumpkin timbale is an example of complexity resolved in an easy way, starting from the base made of potatoes (soft and compact), the sweet pumpkin (not cloying), the porcini mushrooms and then au gratin in the oven: every single ingredient is excellent and the combination results harmonious and balanced. The prosciutto, matured 30 months, is sweet and comes from a skilled artisan (Devodier). The artichokes are in season and the puff pastry in which they’re contained is dry and fluffy. The anolini are the traditional ones from the Bassa, filled with Parmesan cheese. The tortelli with are small, with light-colored dough and sweet ricotta. The homemade bucatini have all the flavor of wheat, maintained by cooking “al dente” and highlighted by a delicate amatriciana sauce with a dust of chili.
After the first courses (10-12 euros), here comes a salt-cured codfish, two inches thick, full of flavor, tender and stewed with onions; the organic Scottish farmed salmon, home marinated and served raw and sliced; fresh octopus with potatoes and celery cream sauce; beef meatballs with a delicious tomato sauce. Other second courses (12-20): Black Pig’s fillet with orange; cotechino (stuffed pig’s trotter) and beef fillet.

Desserts & Info

Homemade desserts (6,50-7 euros), starting with Prato’s cookies with vinsanto, sour cherry ice-cream and buckwheat cake with sour jam. Four courses for 45 euros (drinks excluded). The menu is displayed outside, service charge of 2,50 euros, entrance and bathroom easily accessible.

Don’t miss: Pumpkin timbale and salt-cured codfish.