Parizzi

29 aprile 2014, 15:34

  • Tipologia/ Food
    Ristorante
  • Indirizzo/ Address
    Strada Repubblica 71
  • Località/ Where
    Parma
  • Telefono/ Telephone
    0521 285952
  • Chiusura/ Closed
    Lunedì - Monday
  • Ristorante
  • Strada Repubblica 71
  • Parma
  • 0521 285952
  • Lunedì - Monday
Cucina/ Food
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
Cantina/ Wine
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
Prezzo/ Price
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img

E' uno dei locali storici della città, siamo alla terza generazione, e oggi anche il più moderno, con spazi luminosi e volumi attenti al piacere dello stare a tavola: angoli appartati, una saletta, lo spazio ipertecnologico per la scuola di cucina. Il locale Tutto nel segno di una lineare sobrietà delle forme, della qualità dei materiali. La cucina ha, in un certo senso, preceduto e dettato i tempi del cambiamento, perché, da ormai molti anni, ricerca un punto di vista contemporaneo sul cibo perseguendolo con moderata fantasia, svariando su più registri, sempre rifacendosi all’esperienza, sostenuta da una sicura padronanza tecnica. E la tradizione è stata assimilata e vissuta con intelligente ricerca sulla qualità degli ingredienti o variata nella forma, non nella fedeltà ai sapori. Servizio molto attento, garbato e professionale, carta dei vini di molta ed alta qualità, con annate, vini dall’Italia e dal mondo, bottiglie rare, presentate e servite con passione e competenza. Carta dei caffè, dei tè, delle tisane, dei distillati. La cucina, i piatti Un cartoccio di ambolina fritta, in attesa degli antipasti (18-22 euro; 28 il crudo di pesce) che si dividono tra terra e mare, come in tutte le sezioni della lista. Culatello di Zibello e prosciutto in tre stagionature (24, 30, 44 mesi), ma è invitante il piatto di «crudi e poco cotti» serviti con sale di provenienza e profumi diversi da accostare alla tartara di tonno, al carpaccio di ricciola, alla cappasanta passata in padella, al gambero, lo scampo, i calamaretti. Il morbido polpo grigliato trova carattere nella salsa piccante in contrasto con le verdure a vapore; la ghiotta dolcezza dei totani ripieni su passata di patate allo zafferano è spezzata dalla croccante julienne di verdure fritte. Ai primi (16-20 euro), anolini e tortelli d’erbetta, lasagnette di verdure, spaghetti alla chitarra con triglie, cannelloni in pasta multicolore con ripieno di rombo su guazzetto di pesce punteggiato da pezzetti di trippa di baccalà in equilibrata armonia. Cottura esatta e precisa definizione dei sapori nel risotto mantecato al cotechino, verza rinfrescante e tartufo nero. Grande enfasi sulle materie prime nei secondi (25-28 euro): nel cuore di baccalà portoghese (alto due dita, croccante e rosato, intenso e delicato) su salsa di topinambour; nella franca pulizia di sapore del piccione disossato allo spiedo (coscette in padella) con salsa all’uva e crocchetta di riso. Per finire Parmigiano-Reggiano di tre diverse provenienze e stagionature o i dolci (10-12 euro) alcuni dei quali sono ormai un classico del locale: la cialda di tre mousse in fusione, il tutto castagne di stagione, la tavola d’arte in omaggio a Daniel Spoerri, dissacrante artista della Eat art. Menu di terra e di mare (65-70 euro), lista con tartufo bianco d’Alba, quattro piatti alla carta circa 74 euro (bevande escluse). Menu esposto, coperto abolito, ingresso e bagni comodi. Non mancate Risotto, piccione. 12/12/2013

 

English version below

Parizzi, great cuisine in the heart of Parma

It is one of the historical restaurants in Parma, third generation of owners, and one of the most modern ones with bright spaces and volumes carefully studied for the pleasure of dining: secluded corners, a little room and a hyper technological space for the cooking school.

The restaurant
Everything follows a linear simplicity in shape and quality of the materials. The cuisine has, in a certain way, preceded and dictated the times of change :for many years now, it has been searching for a contemporary point of view on food bringing it on with moderate fantasy, varying on different registers and relating to the experiences made, supported by a solid technical mastery. The tradition has been assimilated and lived with intelligent research of high quality ingredients and variations in shape, without making any changes in the loyalty to the flavors.
Very attentive service, polite and professional. Excellent wine list in both quantity and quality, with many vintages, Italian and foreign wines, rare bottles presented and served with passion and competence. A list of coffees, teas, infusions and spirits is also available.

Food & cuisine

Fried ambling cooked in foil while waiting for the starters (18-22 euros, 28 euros for the mixed raw fish) that are divided between land and sea, like any other section on the list. Culatello di Zibello and prosciutto come in three different maturations (24, 30 and 44 months) but the “raw and little cooked” dish is also tempting: salts from different places and with different flavors accompany the tuna tartare, sliced raw amberjack, scallops cooked in pan, prawn, lobster and squids. The soft grilled octopus finds character in the spicy sauce in contrast with the steamed vegetables. The tasty sweetness of the squids stuffed with saffron and mashed potatoes is interrupted by the crunchy fried vegetables julienne.
Among the first courses (16-20 euros), anolini and tortelli with herbs; lasagnette with vegetables; square shaped spaghetti with mullets; multicolored cannelloni stuffed with turbot on fish stew and bits of salted codfish tripe in a perfect harmony. Impeccable cooking and clean flavors for the creamy cotechino risotto, refreshing Savoy cabbage and black truffle.
Great emphasis is put on raw materials for the second courses (25-28 euros): Portuguese salt-cured cod (one-inch thick, crunchy and pinkish, intense and delicate) on Jerusalem artichoke sauce and deboned pigeon on the spit with grape sauce and rice croquettes.

Desserts & Info

Parmesan cheese from three different places and maturing or desserts (10-12 euros), some of which have become classic of this restaurant: wafer with a fusion of three mousses; seasonal chestnuts; “tavola d’arte” dedicated to Daniel Spoerri, desecrating artist of the Eat art. Land and sea menu (65-70 euros), a list featuring Alba white truffles and the option of four dishes à la carte for about 74 euros (drinks excluded). The menu is displayed outside, no cover charges, entrance and bathroom easily accessible.

Don’t miss: Risotto and pigeon.

© RIPRODUZIONE RISERVATA