Trattoria del Tribunale

09 maggio 2014, 17:48

  • Tipologia/ Food
    Ristorante
  • Indirizzo/ Address
    Vicolo Politi, 5, 43121 Parma PR, Italia
  • Località/ Where
    Parma
  • Telefono/ Telephone
  • Chiusura/ Closed
  • Ristorante
  • Vicolo Politi, 5, 43121 Parma PR, Italia
  • Parma
Cucina/ Food
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
Cantina/ Wine
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
Prezzo/ Price
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img

Vicino al tribunale, da qui il nome, questa vecchia trattoria è luogo di ristoro per una clientela eterogenea e per turisti (il menu è opportunamente esposto), ma anche per habitué fedeli al proprio tavolo. Atmosfera calda e tranquilla, salette in fila, in fondo la cucina, all’ingresso il bancone del caffè e i salumi, al piano di sopra altre sale; travi in legno, soffitti bassi, foto e manifesti alle pareti, camerieri gentili e piccola carta dei vini con servizio anche a bicchiere o a caraffe. I tavoli, preparati sobriamente, sono molto vicini tra loro: sentiremo allora le lamentele di un giornalista in pensione, i racconti di una gloria che fu, i piani per visitare la città di due turiste, i problemi di lavoro di due bancari -ma anche questo è trattoria e intanto arriva l’antipasto.
La cucina, i piatti
Cucina del territorio secondo ricette di tradizione: la pasta all’uovo è fatta in casa ed è un vanto del locale: tenuta spessa (anche nei tortelli), è saporosa, robusta e di molta sostanza. Torta fritta (2 euro) per accompagnare i salumi che trovate esposti all’ingresso (4-9,5 euro): assaggiamo un buon prosciutto di giusta stagionatura, aroma fragrante, gusto morbido e persistente; il culatello, invece, è abbastanza spento e di gusto corto; discreta la spalla cotta che avrebbe dovuto essere meglio rifilata; discreta la mortadella. Ai primi (6,5-8 euro), la scelta è varia e spazia dai tre tortelli, agli anolini in brodo, alle lasagne, gnocchi di patate, minestrone, tagliatelle al ragù, risotto al lambrusco: i tortelli d’erbetta hanno pasta spessa, dura e un ripieno saporito; i maltagliati hanno invece pasta morbida, condimento ghiotto e gustoso di speck e spinaci. Parmigianità pura nel pesto e nella “vecchia” di cavallo (e le turiste nostre vicine storcono il naso...), poi trippa e guanciale di vitello in umido, brasato di manzo, coniglio disossato alla cacciatora, stinco di maiale al forno. E’ ottima la carne del filetto di manzo cotto con precisione e succoso; è abbondante e soffice la fetta di punta di vitello ripiena che, annunciata al forno, sembra invece lessata, ricoperta da sugo denso, accompagnata da patate migliorabili -e così si chiude il capitolo dei secondi piatti (7-15 euro).
Per finire
Dolci di routine (2,5-5 euro): lo strudel di mele, la torta al limone o al cioccolato, la sbrisolona, la classica zuppa inglese. L’offerta gentile di un digestivo, un caffè migliorabile e il conto per un pranzo completo di quattro portate attorno ai 33 euro, bevande escluse. Menu esposto, coperto due euro, ingresso comodo, gradini per accedere ai bagni, parcheggio Toschi o Goito.
Non mancate
Maltagliati speck e spinaci
Dimenticate
Punta al forno

8-5-2014

 

English version below

Trattoria del tribunale

Near the Tribunale – the Law Courts, hence the name, this old trattoria is a rendezvous for a heterogeneous clientele and tourists (the menu is duly on display), but also for faithful habitués with their own table. A cosy, unruffled atmosphere, a series of dining rooms, the kitchen down the far end, at the entrance counters with coffee and cold cuts, upstairs other dining rooms; wooden beams, low ceilings, photos and posters across the walls, caring waiters and a small list of wines that are also served by the glass or in a carafe. The soberly laid tables are packed together: thus we hear the complaints of a retired journalist, tales of a past glory, the plans to visit the city of two tourists, the work problems of two bankers ? a trattoria means this too, and in the meantime the starter arrives.
The cuisine, the dishes
Local cuisine following traditional recipes: the egg pasta is homemade and a feather in the cap of the restaurant: of a thick consistency (also in the tortelli), it is flavoursome, robust and of substance. Torta fritta (traditional fried dough ? €2) accompanies the cold meats displayed at the entrance (€4-9.50): we enjoy a fine ham at the right degree of maturation, with a fragrant aroma and a mild, persistent taste; instead, the Culatello is fairly bland and short on taste; the Spalla Cotta ? cooked shoulder, which could have been better trimmed, is so-so; idem the Mortadella. For the first courses (€6,50-8), the choice is varied and ranges from filled pasta with three kinds of tortelli, and Anolini in Brodo, to lasagne, potato gnocchi, minestrone, tagliatelle with meat sauce, risotto made with Lambrusco wine: the Tortelli d’Erbetta (with Swiss chard) feature thick, firm pasta with a tasty filling; instead the pasta of the maltagliati is melting with an appetizing and tasty sauce of Speck and spinach. Pure Parma style in the raw horse meat (Pesto di Cavallo) and the “Vecchia” (a thick stew of horsemeat and vegetables) which has the tourists next to us screwing up their noses...), then tripe and a veal cheek stew, braised beef, a boned rabbit stew “alla cacciatore”, and baked pork shin (stinco). The juicy meat of the carefully cooked fillet steak is delicious; generous and tender the Punta di Vitello Ripiena (stuffed veal) which, said to be baked, seemed to have been boiled, came cloaked in a dense sauce and accompanied by potatoes that could have been better – and thus endeth the chapter of the second courses (€7-15).
To finish off
Routine desserts (€2.50-5): apple strudel, lemon or chocolate tart, almond Sbrisolona, a classic Zuppa Inglese. The thoughtful offer of a liqueur, a coffee that could be improved, and a bill for a complete four-course meal of around 33 Euros, excluding drinks. Menu on display, cover charge €2, straightforward entrance, stairs to the toilets, parking at the nearby Toschi or Goito car parks.
Not to be missed
Maltagliati Speck e Spinaci
Best forgotten
Punta al Forno

Trattoria del Tribunale, Vicolo Politi 5, tel. +39 0521.285527, open always, one crane, one glass