La Peschiera

di Chichibio

26 agosto 2015, 14:17

  • Tipologia/ Food
    Agriturismo
  • Indirizzo/ Address
    43051 Albareto PR, Italia
  • Località/ Where
    Parma
  • Telefono/ Telephone
  • Chiusura/ Closed
    Lunedì e martedì / Monday and Tuesday
  • Agriturismo
  • 43051 Albareto PR, Italia
  • Parma
  • Lunedì e martedì / Monday and Tuesday
a cura di Chichibio

E’ un peccato cucinare e servire piccole trote Iridea, dal sapore spento, avendo a disposizione un ottimo allevamento con Fario, Iridea e salmerini di varie dimensioni e sapori maturi. Certo, si capisce la comodità della pezzatura mono porzione, ma mi auguro che un ristorante specializzato come questo possa trovare il modo di utilizzare trote più grandi, intere o a tranci, per valorizzare appieno il finissimo e ricco gusto di questo bel pesce d’acqua dolce. Siamo nel ristorante dell’agriturismo e allevamento di trote che utilizza le acque pure e fredde del torrente Lecora in località Casa Re, sopra Boschetto di Albareto. Piccolo e curato con molta passione, l’allevamento produce trote di qualità che si possono anche pescare direttamente nel bacino antistante il ristorante. Una grande siepe di ortensie in fiore, il prato all’inglese compatto e verdissimo, la struttura ricoperta in legno del locale con tavoli all’esterno affacciati sul laghetto contornato da pini. La sala è grande e accogliente, ha legno al soffitto e a metà parete, un camino invernale, la cucina che si intravede dietro al bancone del caffè.

La cucina, i piatti
Tutto trota nella nostra cena di luglio (ma in stagione anche funghi e cacciagione) e prezzi amichevoli, buon pane e morbida focaccia fatta in casa, piccola scelta di vini genericamente illustrati a voce. Tovagliette e tovaglioli di carta, servizio gentile e sorridente. La degustazione di antipasti (4 euro) prevede una frittella di zucchine un poco troppo unta, una cremosa mousse tiepida di trota appena piccante da spalmare sul pane, buoni tocchetti di trota affumicata con insalata e anelli di cipolla. Ai primi (6-6,50 euro), la pasta fatta in casa a forma di giglio è ideale per raccogliere un sugo con radi tocchetti di trota; meglio le chicche verdi con profumato pesto di basilico alla genovese. Altro primo, i torchietti integrali con sugo di verdure. Ai secondi (6,50-7 euro), una piccola trota aperta a portafoglio e passata su una griglia; una piccola trota aperta a portafoglio con crema di pistacchio di Bronte Dop e mandorle spezzate; le trotelle del bracconiere (ancora più piccole) deliscate e fritte: sono croccanti e ben fatte queste ultime, le altre hanno sapore anonimo, se non per il pistacchio e le mandorle. E ancora una trota alla vellutata di erbette fresche.

Per finire
Si conclude il pasto con buoni dolci (3 euro): ottimo il sorbetto al melone, rinfrescante e con tutto il sapore del frutto in evidenza; ricca e suadente la crema di ricotta e miele servita in un barattolino. E ancora: panna cotta, crostata di more, sorbetto al limone.
Pagherete un pranzo completo di quattro piatti circa 22 euro (bevande escluse). Menu non esposto, coperto 1,50 euro, ingresso comodo, bagno con scale, parcheggio adiacente.

.

English version below

It's a real shame to be cooking and serving up little rainbow trout, with their wishy-washy flavour, when there is a wonderful fish farm available with brown and rainbow trout and Arctic char of varying sizes and with mature flavours. Of course, it's not hard to understand the convenience of single-portion sizes, but I do hope that a specialist restaurant like this one can find a way to use large, whole or sliced trout to get the very best out of the refined, rich taste of this fine freshwater fish. We're at the restaurant of the farm holiday centre and trout farm that uses the pure cold waters of the Lecora brook near Casa Re, above Boschetto di Albareto. Small and carefully looked after with much passion, the farm produces quality trout that can also be fished directly out of the pond in front of the restaurant. A large, flowering hedge of hydrangeas, the lawn dense and vivid green. The premises wood-clad with tables outside facing onto the lake encircled by pines. The dining room is large and welcoming, it has wood on the ceiling and halfway up the walls, a winter fireplace; the kitchen can be glimpsed behind the coffee counter.

The cuisine, the dishes
Nothing but trout for our July dinner (but also mushrooms and game were in season) friendly prices, good bread and soft homemade focaccia, a small selection of wines described orally. Paper table coverings and napkins, the service thoughtful and smiling. An assortment of starters (€4) includes a courgette fritter on the greasy side, a tepid creamy mousse of slightly spicy trout to spread on the bread, delicious chunks of smoked trout with salad and onion rings. On to the first courses (€6-6.50), homemade pasta in the shape of a fleur-de-lis is perfect for holding a sauce with sparse chunks of trout; better are the small green dumplings (chicche) with an aromatic Genoese-style basil pesto. Another first courses is wholemeal torchietti with a vegetable sauce. On to the second courses (€6.50-7), a small trout opened flat and grilled; a small trout opened flat with cream of PDO Bronte pistachio and slivered almonds; some trotelle del bracconiere (smaller still) delicate and fried: the latter crisp and well prepared, the others with an anonymous flavour if not for the pistachios and almonds. Then more trout with a velouté of fresh chard.

To finish off
The meal ends with some delicious sweets (€3): a superb melon sorbet, refreshing and full of the flavour of the fruit; a rich, seductive cream of Ricotta cheese and honey served in a small jar. In addition: panna cotta, a blackberry tart (crostata di more), and lemon sorbet. You'll be paying around 22 Euro for a complete four-courser (drinks excluded).. Menu not on display, cover charge €1.50, easy-access entrance, toilet with stairs, parking nearby.