"Osteria di Alpe"

di Chichibio

11 agosto 2016, 19:15

  • Tipologia/ Food
    Trattoria
  • Indirizzo/ Address
    Località Alpe, 43041 Bedonia PR, Italia
  • Località/ Where
    Bedonia
  • Telefono/ Telephone
  • Chiusura/ Closed
    Martedì
  • Trattoria
  • Località Alpe, 43041 Bedonia PR, Italia
  • Bedonia
  • Martedì
a cura di Chichibio

All’Alpe, all’Alpe! Per sfuggire al caldo e all’afa della città, per una gita corroborante sul nostro Appennino e per gustare la cucina, semplice e curata, di Corinne (cuoca) e Franco (aiuto a tutto), ristoratori eroici all’ombra del maestoso monte Penna.
Eroici, perché resistono in un paesino di venti abitanti e offrono tutto l’anno un punto di riferimento, un luogo di incontro e ristoro a chi vive e a chi sale quassù.
E’ operazione “culturale” a pieno titolo questa che aiuta a tener vivo un territorio bellissimo che si è già spopolato ed è a rischio chiusura. Boschi e verde a perdita d’occhio, foresta di castagni, querce, faggi, aria balsamica, limpida, fresca; sentieri che meriterebbero miglior manutenzione per camminate in cui si possono incontrare animali liberi, vitelli al pascolo, more, lamponi, mirtilli selvatici e, secondo stagione, funghi di grande qualità.
Tutto questo dopo Bedonia, per la strada del passo del Bocco e a Pontestrambo girando a destra: pochi chilometri ancora ed ecco, sulla strada, l’osteria.
La cucina, i piatti
L’amore e la passione per i luoghi e la cucina hanno spinto Corinne Cavalli, italo francese, a vivere quassù e a cucinare i piatti del territorio seguendo il calendario stagionale. Le paste sono fatte in casa, come (quasi tutti i giorni) il pane; la polenta è mescolata per almeno un’ora, qui entra in scena Franco, con la cannella di legno nel paiolo di rame; le carni, le verdure, i frutti di bosco sono reperiti in zona. I piatti sono quelli di casa e dunque si comincia con le torte salate: quella di erbe, un po’ unta, e quella di patate leggerissima e saporosa. Le accompagnano i salumi parmigiani o deliziose lumache alla bourguignonne, preparate con preciso equilibrio di burro e prezzemolo.
Ai primi, la Liguria non è lontana, le lasagne al pesto di basilico sono gradevoli e profumate come quelle, più robuste, col ragù di carne stile alla bolognese; discreti tortelli di erbetta, quelli di zucca, tagliolini di casa alle verdure.
E’ da assaggiare il coniglio arrosto dalla carne soda addolcita da qualche pomodorino; è una piccola rarità lo spezzatino di vitello con verdure e patate; poi costine di maiale al forno, vitello tonnato, roast-beef, parmigiana di melanzane grigliate.
Per finire
Si chiude il pranzo coi dolci di casa: la torta di mele, un ricco tiramisù, la zuppa inglese, la frutta fresca.
Il menu è raccontato a voce, poche bottiglie sono esposte all’ingresso (tra di esse, il buon lambrusco “Le viole” di Dall’Asta), il locale è lindo e luminoso (tovagliette di carta, sedie in legno smaltato) con un piccolo dehors davanti all’entrata.
Pagherete per un pranzo, tutto compreso, l’onestissimo conto di circa 25 euro. Menu non esposto, coperto abolito, ingresso e bagni comodi, parcheggio lungo la strada.

(Recensione di giovedì 11 agosto 2016)

English version below

Let's go to the Alps! To escape from the heat and mugginess of the city, for a corroborating trip into our Apennines and to try the simple attentive cooking of Corinne (cook) and Franco (jack-of-all-trades), heroic restaurateurs in the shadow of majestic Mount Penna.
Heroic, because they manage to carry on in a hamlet of twenty inhabitants and all year round offer a reference point, a place for meeting and refreshments to those who live there and those who make the climb.

This is a “cultural” operation in the full sense that helps to keep a lovely land which has become depopulated and is in danger of closing down, alive and well.
Woods and greenery as far as the eye can see, a forest of chestnut, oak, beech, the air balsamic, clear, fresh; paths that deserve to be maintained better for strolls during which to meet wild animals or lambs grazing, blackberries, raspberries, wild myrtle, and depending on the season, top quality mushrooms.
All of this after Bedonia, on the road for the Passo del Bocco and the turning right at Pontestrambo: just a few more miles and there, beside the road, is the osteria.
The cuisine, the dishes
A love and passion for these places as well as cooking drove Corinne Cavalli, Italo-French, to live up here and to cook local dishes following the seasonal calendar.
The pasta is made in-house, as is (almost every day) the bread; the polenta is stirred for at least one hour, and this where Franco comes in, with his wooden  cannella and copper  paiolo; the meat, vegetables, and woodland fruits are sourced locally.
The dishes are those found at home and so first off are the savoury tarts: one with beet tops (erbe), a little greasy, and one with potato, feather-light and tasty.
They are accompanied by cold cuts from Parma or delicious snails à la bourguignonne, prepared with a precise balancing of butter and parsley.
As for the first courses, Liguria is not far away, the lasagne with basil pesto are pleasant and aromatic, as are the more robust ones with meat ragù Bolognese-style; some so-so Tortelli di Erbetta, ones with pumpkin (zucca), homemade tagliolini with vegetables.

Something not to miss is the roast rabbit (coniglio arrosto) its firm flesh sweetened by some cherry tomatoes; then a small rarity, a veal spezzatino with vegetables and potatoes; then baked pork ribs, veal with tuna sauce (vitello tonnato), roast beef, and grilled aubergines, Parma-style.
To finish off The meal closes on homemade desserts: apple tart, a rich  Tiramisù, Zuppa Inglese trifle, or fresh fruit.
The menu is explained by the waiter, a few bottles of wine are on show at the entrance (among these, the fine Lambrusco “Le viole” of Dall’Asta), the place is clean and bright (paper place mats, enamelled wooden chairs) with a small  dehors
in front of the entrance.
For a meal, with everything included, you'll be paying the extremely honest amount of around 25 Euro.
Menu on display, no cover charge, easy-access entrance and toilets, parking along the road.