«De Gustibus», enoteca con cucina di qualità

27 luglio 2017, 19:06

  • Tipologia/ Food
    Ristorante
  • Indirizzo/ Address
    Corso Eguaglianza, 5, 43044 Collecchio PR, Italia
  • Località/ Where
    Collecchio
  • Telefono/ Telephone
  • Chiusura/ Closed
    Sabato a pranzo, domenica, lunedì sera
  • Ristorante
  • Corso Eguaglianza, 5, 43044 Collecchio PR, Italia
  • Collecchio
  • Sabato a pranzo, domenica, lunedì sera
Cucina/ Food
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
Cantina/ Wine
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
Prezzo/ Price
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img

Piccola enoteca con cucina e wine bar nel centro del paese, ma al riparo da rumore e confusione e vicino a un comodo parcheggio.
Tavoli all’aperto o nella bella sala moderna foderata di bottiglie ad indicare la caratteristica del luogo. E dunque subito una buona scelta di vini che propone bottiglie di qualità dalle regioni italiane e da produttori anche piccoli o poco conosciuti.
Molte proposte a calice (4-6 euro), come dev’essere in un’enoteca wine bar, e servizio accurato. Anche birre e cocktail (6-8 euro) per aperitivo, dopo pasto o, perché no? per accompagnare i piatti. Dei gusti (De gustibus), è sottinteso, non si discute, ma è sorprendente il coperto a 2 euro, visto che se si tratta di tovagliette e tovaglioli di carta. Piccoli tavolini, sedie in legno, molta cortesia e si comincia.

La cucina, i piatti
Cucina moderna ispirata alle preparazioni più conosciute della cucina regionale italiana con uso attento dei prodotti Dop, pesce e carne equamente presenti nel menu, gli imprescindibili tortelli d’erbetta parmigiani. Molti crostini, hamburger di carne e di pesce (11-12 euro), alette piccanti in salsa barbecue (6 euro), taglieri di salumi variamente assortiti e con Parmigiano in varie stagionature (8-25 euro), proposte di formaggi (9,5-16 euro) per una cena leggera o per un antipasto più o meno sostanzioso: il prosciutto di Parma, di molta finezza, merita la segnalazione.
Tra i primi (9-13 euro), il cuoco predilige l’uso di spaghetti artigianali che prepara con un saporoso pesce spada, pomodorini, salsa al pistacchio di Bronte e ricotta salata; deciso anche il pesto di basilico per trofie con fagiolini e patate. E ancora: linguine al limone e bottarga, maccheroni al torchio con salmone e pesto d’agrumi, spaghetti cacio e pepe, rigatoni alla carbonara.
Un tris di carpacci di pesce, il filetto di salmone fresco e la tagliata di tonno con olive aprono la sezione dedicata ai secondi piatti (12-15 euro) che prosegue con un crostone di pane, insalata, carpaccio di Fassone piemontese e pomodori secchi; burrata pugliese prosciutto e cipolla caramellata; la tagliata di manzo marinata al tamarindo; la creativa torretta di melanzane (chiamata parmigiana scomposta) con mozzarella di bufala campana contornata da dolce gazpacho e pesto; controfiletto di cavallo al pepe rosa. Il venerdì il cuoco prepara una paella di pesce per cui è meglio prenotare.

Per finire
Variamente assortito il capitolo dei dolci (4 euro): tortina con frutta fresca e crema pasticcera, semifreddo al torroncino o alla nocciola piemontese, mousse di zabaione dallo Zibibbo con amaretti, millefoglie, crumble, cookies.
Per chi non guida, è il momento di un cocktail o di un buon distillato; il conto per un pranzo completo di quattro portate sarà di circa 40 euro, bevande escluse. Menu esposto, coperto 2 euro, ingresso, bagni, parcheggio comodi.

Recensione del 20/7/2017

_________

English version below

A small wine bar with kitchen in the town centre, but far from the noise and confusion, and near a convenient car park.  Tables outdoors or in the beautiful modern dining room lined with bottles to indicate the nature of the place. And the result is an excellent choice of wines including labels of quality from the Italian regions but also from small or little-known producers.  Many by the glass (€4-6), as it should be in a wine bar, and careful service. There are also beers and cocktails (€6-8) as an aperitif, post-prandial or, why not, to accompany the dishes... The tastes (De Gustibus) are taken as read, there is no question, but what is surprising is the €2 cover charge, in view of the paper tablecloth and napkins. Small tables, wooden chairs, much courtesy, and we’re off.

The cuisine, the dishes Modern cuisine inspired by the best-known preparations of Italian regional cuisine with careful use of PDO products, and fish and meat evenly present on the menu, the obligatory Tortelli d'Erbetta from Parma. Many crostini, hamburgers of meat and fish (€11-12), spicy wings (Alette Piccanti) in a barbecue sauce (€6), chopping boards (taglieri) with assorted cold cuts and Parmesan cheese of varying ages (€8-25), selections of cheeses (€9.50-16) for a light dinner or for a more or less substantial appetizer: the Parma Ham (Prosciutto di Parma), of great finesse, is worth writing home about.  Among the first courses (€9-13), the chef prefers the use of artisan spaghetti with which he prepares a delicious swordfish with cherry tomatoes and a Bronte pistachio and salted Ricotta sauce; equally decisive the basil pesto for trofie pasta with green beans and potatoes. In addition: linguine with lemon and salted fish roe (bottarga), maccheroni al torchio with salmon and citrus fruit pesto, spaghetti with cheese and pepper (Cacio e Pepe), Rigatoni alla Carbonara.  A trio of raw fish (carpaccio), fillet of fresh salmon and a slice of tuna (Tagliata di Tonno) with olives open the section dedicated to the second courses (€12-15) which continues with bread crostone, salad, carpaccio of Piedmont Fassone beef and dried tomatoes; Burrata cheese from Puglia, ham and caramelized onion; sliced fillet of beef (Tagliata) marinated with tamarind; a creative aubergine tower (called Parmigiana Scomposta) with buffalo mozzarella and surrounded by sweet gazpacho and pesto; horsemeat sirloin (Controfiletto di Cavallo) with pink pepper. On Friday, the chef prepares a fish paella, so it is best to book.

To finish off A varied miscellany, the dessert chapter (€4): a small tart with fresh fruit and custard, a soft ice-cream (semifreddo) with nougat or Piedmont hazelnut, zabaglione mousse with Zibibbo wine and macaroons, mille-feuille, crumble, or cookies.  For those not driving, this is the time for a cocktail or a good distillate; the bill for a full four-course meal will be approximately 40 Euro, drinks excluded. Menu on display, cover charge €2, easy-access entrance and toilets, parking nearby.