«Ristorante Cocchi»: tutto il meglio della cucina parmigiana

21 marzo 2018, 18:04

  • Tipologia/ Food
    Ristorante
  • Indirizzo/ Address
    Viale Antonio Gramsci, Parma PR, Italia
  • Località/ Where
    Parma
  • Telefono/ Telephone
    0521.981990
  • Chiusura/ Closed
    Sabato
  • Ristorante
  • Viale Antonio Gramsci, Parma PR, Italia
  • Parma
  • 0521.981990
  • Sabato
Cucina/ Food
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
Cantina/ Wine
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
Prezzo/ Price
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img

Torno, dopo cinque anni dall’ultima recensione, nel ristorante della famiglia Cocchi e, se possibile, lo trovo più accogliente e curato di sempre. Non a caso questo è uno dei ristoranti più amati dai parmigiani e da chi, forestiero, vuole gustare la nostra cucina: materie prime sceltissime, i piatti di tradizione molto buoni, preparati con cura e professionalità, sempre freschi. Nel locale si respira aria di famiglia e di parmigiana cordialità, quella trasmessa dall’oste-patron Corrado al figlio Daniele e all’efficiente gruppo dei camerieri. Tovaglie candide, opportuni pannelli fonoassorbenti, una cantina fornitissima a cominciare dalla selezione parmigiana, ai grandi vini d’Italia, di Francia, a vignaioli biologici, champagne e spumanti, ai grandi distillati da collezione.
La cucina, i piatti
Un paio di piatti di pesce, tagliata e foie gras. Ma si viene per assaggiare la selezione dei salumi in carta col nome dei produttori (i migliori) -e, nell’attesa, due scaglie di dolce Parmigiano, due fette di morbido strolghino. Poi gli anolini dal ripieno di stracotto e, soprattutto, i tortelli d’erbetta dalla sfoglia morbida, di giusta consistenza col ripieno dolce, armonico. La stessa sfoglia, appena più spessa, per i tagliolini al sugo d’anatra e per i maltagliati nel minestrone di verdure. C’è sempre qualche fuori menu: ora è tempo di carciofi, anch’essi coi tagliolini, mentre se venite la domenica ci sono lasagne e zuppa inglese. Ai secondi, gira tra i tavoli il carrello dei bolliti misti con salse, mostarda, purée; passano piatti con la punta di vitello (tenerissima e appena croccante) dal ripieno dorato di Parmigiano e uova o la semplice anatra arrosto col rosmarino -e la scelta si fa difficile.
Per finire
Anche ora è difficile scegliere, ma è imperdibile la sfogliatina tiepida di mele, specie se accompagnata dal gelato appena fatto e servito dalla spatola della Carpigiani. E budino al cioccolato, zabaione, sbrisolona. Prezzi, bevande escluse: coperto 3; antipasti 8-16; primi 9-15; secondi 13-22; dolci 5.
Non mancate
Tortelli, punta, sfogliatina alle mele