«Locanda del culatello» C'è del nuovo e del buono nella Bassa

16 gennaio 2019, 12:07

  • Tipologia/ Food
    Trattoria
  • Indirizzo/ Address
    PIAZZA GARIBALDI, 12 SORAGNA
  • Località/ Where
    Soragna
  • Telefono/ Telephone
    0524 506469
  • Chiusura/ Closed
    Giovedì
  • Trattoria
  • PIAZZA GARIBALDI, 12 SORAGNA
  • Soragna
  • 0524 506469
  • Giovedì
«Locanda del culatello» C'è del nuovo e del buono nella Bassa
Cucina/ Food
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
Cantina/ Wine
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
Prezzo/ Price
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img

Hanno aperto da poco e hanno iniziato col passo giusto, dopo avere risistemato i locali di una pizzeria. Due sale, una al piano superiore, un tavolo comune all’ingresso, arredi curati, teglie, taglieri e salumi appesi, sedie impagliate, tovaglie a quadretti e tovaglietta di plastica. Molto entusiasmo nel presentare piatti e salumi e il piacere d’illustrare una discreta carta dei vini (dalle regioni e a prezzi miti).

LA CUCINA, I PIATTI
Il programma sta nel nome della locanda, ma paradossalmente è proprio il culatello, discreto ma nulla più, che non entusiasma tra salumi che, in ricchi taglieri di diverso tipo, vengono proposti accompagnati da un’ottima focaccia, sfiziose giardiniere casalinghe, una pallida torta fritta. Molto buona la spalla cruda di grande finezza e personalità, delicato e morbido lo strolghino, dolce il salame di media stagionatura. E’ discreta la spalla cotta servita calda, è molto magro e senza particolare appeal, forse tagliato in una posizione infelice, il «Nebbione» (culatta in vescica come un culatello). Note positive dai primi piatti: i tortelli d’erbetta sono morbidi, suadenti, con ricotta preminente e pasta giustamente tenuta sottile; formato più piccolo e pasta più spessa per quelli di zucca dal buon ripieno innervato con amaretti e mostarda; sullo stesso piano gli anolini con ripieno di Parmigiano. Una buona tagliata di carne piemontese; il filetto di maiale con una precisa e ben tirata salsa agli agrumi; il ricco stinco al forno; l’hamburger di strolghino; le patate in taglio Dipper fritte nello strutto, morbide e spente di sapore.

PER FINIRE
Parmigiano in tre stagionature (fratelli Gennari), il budino al cioccolato, la crema catalana al nocino, la sbrisolona, le crostate. Un ottimo caffè (Lady), alcuni distillati di pregio. I prezzi: coperto abolito; taglieri 7,50-13 euro; antipasti 6,50-9; primi 8,50-9; secondi 8-11; dolci 3,50-4,50. Menu esposto, ingresso comodo, bagno sulle scale, parcheggio nei dintorni. La valutazione è in rapporto alla fascia di prezzo calcolata sul costo medio di tre piatti.

NON MANCATE
Spalla cruda, tortelli

© RIPRODUZIONE RISERVATA