I Pifferi, c'è tanta tradizione ma non solo

23 gennaio 2019, 11:38

  • Tipologia/ Food
    Ristorante
  • Indirizzo/ Address
  • Località/ Where
    Sala Baganza
  • Telefono/ Telephone
    0521.833243
  • Chiusura/ Closed
    Lunedì / Mondey
  • Ristorante
  • Sala Baganza
  • 0521.833243
  • Lunedì / Mondey
I Pifferi, c'è tanta tradizione ma non solo
Cucina/ Food
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
Cantina/ Wine
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
Prezzo/ Price
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img

Appena usciti da Sala Baganza, salendo verso i Boschi di Carrega, trovate questo ristorante da sempre caro ai parmigiani. Immerso nel verde, il parcheggio, la casa con sale e salette e, dietro il grande portico. Tavoli ravvicinati, servizio sollecito, discreta carta dei vini, che andrebbe tuttavia tenuta aggiornata.
LA CUCINA, I PIATTI
Largo spazio alla tradizione con qualche proposta di cucina moderna, sempre porzioni abbondanti, generoso uso di salse. Si comincia con i salumi accompagnati da buona torta fritta, cipolline in agrodolce con chiodo di garofano, porcini sott’olio, due scaglie di Parmigiano: appena discreti cicciolata, spalla cotta, pancetta; molto secco il salame; buoni prosciutto e culatello. E ancora: crostini vari, polenta fritta e Lardo di Colonnata Dop. Ai primi, “storico” cavallo di battaglia del locale è il timballo di riso, piatto ideale per chi ama le cose cremose e ricche: la cupola di riso in bianco è compatta, avvolta in prosciutto cotto, coperta di una fonduta gialla di Parmigiano, punteggiata da lamelle di tartufo nero. Sapori sempre robusti, ma più equilibrati, nelle pappardelle di castagne con un buon ragù di capriolo dal sapore tipico della selvaggina. Altri primi: anolini, tortelli, tagliolini ai porcini, gnocchi con mele e curry. Ancora capriolo tra i secondi piatti: in umido, dolce di verdure, carne nervosa, polenta tenera d’accompagnamento. Altrimenti, la punta di vitello ripiena, petto d’anatra leggermente al sangue come si deve, maialino iberico al forno, ossobuco di vitello con risotto, la vecchia di cavallo, la trippa, il coniglio farcito con Parmigiano, uovo, uvetta dalla carne asciutta e ricoperto di salsa.
PER FINIRE
Si chiude con un piatto di formaggi (10 euro) o coi dolci della casa: sbrisolona, tiramisù, zuppa inglese, panna cotta, crema chantilly allo zabaione. I prezzi: coperto e torta fritta 3 euro; antipasti 9-15; primi 10-14; secondi 13-15; dolci 5. Menu degustazione 35. Animali ammessi, menu esposto, ingresso con gradini, bagni e parcheggio comodi. La valutazione è in rapporto alla fascia di prezzo calcolata sul costo medio di tre piatti.
NON MANCATE
Pappardelle al capriolo