«Cortex bistrot»: Interpretazioni moderne e di qualità

06 febbraio 2019, 19:16

  • Tipologia/ Food
    Osteria
  • Indirizzo/ Address
  • Località/ Where
    Parma
  • Telefono/ Telephone
    0521.062846
  • Chiusura/ Closed
    Domenica sera e lunedì
  • Osteria
  • Parma
  • 0521.062846
  • Domenica sera e lunedì
«Cortex bistrot»: Interpretazioni moderne e di qualità
Cucina/ Food
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
Cantina/ Wine
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
Prezzo/ Price
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img

Curato bistrot con grande bancone dove poter prendere un aperitivo e bere, mangiare qualcosa. Oppure due salette per un pranzo più formale. Travi al soffitto, tavoli ravvicinati di bei legni diversi, niente tovaglie, come un tempo all’osteria e ora nei locali di moda. Servizio sorridente e anche i cuochi escono dalla cucina a portare e spiegare i piatti. Bella carta dei vini con piccoli produttori di qualità.
LA CUCINA, I PIATTI
Interpretazione moderna delle materie prime con cotture appropriate, sempre una verdura, un’erba aromatica, un ingrediente insolito: in questo modo si propone un misurato slittamento di sapore, si ottiene un gusto insolito. La lista dei piatti (c’è anche un menu del giorno e mezze porzioni) non distingue le canoniche sezioni dei cibi, ma ognuno costruirà un proprio percorso. Si comincia dai salumi misti: sono ancora freddi di frigorifero e tuttavia è buono il prosciutto, appena discreti il salame e la giovane, magra coppa, molto gradevole il chutney di mango, peperone e basilico che li accompagna. Le noci di capa santa sono con sedano rapa e una saporosa striscia di katzobuschi (salsa di tonno essiccato e fermentato). L’orzo mondo tirato a risotto è cremoso, dolce nel fondo di Porto, ghiotto, pur se il piatto risulta slegato per i pezzi di cotechino e gli spicchi di carciofo messi sopra. Bene le pappardelle con dolce ragù di coniglio e contrappunto di olive nere. Morbida e saporosa la guancia di manzo con la sua salsa, cavolfiore, prezzemolo; cottura precisa per il trancio di ombrina, ma spento il sapore, con finocchi in padella e arancia pelata a vivo. E ancora: quaglia con miso e rapa; gnocchi saltati con funghi e alloro; faraona con zucca e yogurt.
PER FINIRE
Una scelta di formaggi (11 euro), una cupola di cioccolato bianco, liquirizia e lampone, la dolce ciotola con cachi, marroni, crema inglese. I prezzi: coperto abolito, antipasti 8,50-13; primi 10-14; secondi 12,50-15; dolci 7. Menu esposto, ingresso, bagni comodi, parcheggio nei dintorni. La valutazione è in relazione alla fascia di prezzo calcolata sul costo medio di tre piatti.
NON MANCATE
Cioccolato bianco