"Osteria Santa Margherita" - Tradizione e qualche acuto d'innovazione

06 marzo 2019, 12:54

  • Tipologia/ Food
    Osteria
  • Indirizzo/ Address
  • Località/ Where
    Fidenza
  • Telefono/ Telephone
    0524.63100
  • Chiusura/ Closed
    Domenica sera e lunedì
  • Osteria
  • Fidenza
  • 0524.63100
  • Domenica sera e lunedì
Cucina/ Food
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
Cantina/ Wine
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
Prezzo/ Price
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img

Cambio di gestione in questa osteria dall’atmosfera familiare che vi accoglie sempre con salette linde, arredi semplici, travi di legno. Il menu è scritto e accanto ai piatti consueti si trovano alcune proposte di cucina moderna; c’è la carta dei vini con poche etichette italiane e la possibilità di consumo a quartini.
LA CUCINA, I PIATTI
Si comincia con i salumi: generosamente affettato il prosciutto di media stagionatura e sapore intenso, servito assieme alle fette di una micca di pane dalla crosta croccante e la mollica soffice; la spalla cotta è di quelle piccole, tiepida, affettata a macchina, di tenue sapore. Accompagnano il tutto una ciotola di giardiniera della casa (4 euro) e un piattino di polenta fritta (3,50 euro). E ancora, salame e tortino di patate, funghi, crema al Gorgonzola. La parte «moderna» del menu propone savarin al riso con zucca croccante e spalla cotta e tortelli di polenta al profumo di tartufo, crema di tosone e bacon croccante, piatti che non mi attraggono particolarmente e allora si ritorna al tradizionale: alle sode tagliatelle con ragù di pasta di salame molto saporito e ai tortelli di erbetta dal ripieno dolce e la pasta ancora dura nelle code. Altri primi: pisarei e fasò, tortelli di zucca e di patate, tagliatelle al cacao con ragù di cinghiale. Salame fritto, cotechino, guanciale brasato per gli amanti del maiale; altrimenti, tra gli arrosti, punta di vitello, anatra e faraona; coniglio arrotolato con zabaione al balsamico; filetto di maiale al miele; tagliata di manzo o di cavallo. Per noi, costine di maiale al forno (più lessate che arrostite) e generosa ciotola di trippa coi fagioli, ricca di pomodoro e ancora tenace.
PER FINIRE
Buono lo zuccotto con scaglie di cioccolato sia nella versione coi canditi che in quella con gli amaretti: il tiramisù; il semifreddo al limone o al mascarpone; le torte secche. I prezzi: coperto 1,50 euro; antipasti 8-9; primi 8-12; secondi 9-17; dolci 3,50-4,50. Menu non esposto, ingresso, bagni, parcheggio comodi. La valutazione è in rapporto alla fascia di prezzo calcolata sul costo medio di tre piatti.
NON MANCATE
Zuccotto