Trattoria di Casalbarbato: cucina parmigiana, ricca e non pesante, un viaggio nel gusto

13 agosto 2020, 11:47

  • Tipologia
    Osteria
  • Indirizzo
    Str. Casalbarbato, 16, 43012 Casalbarbato
  • Località
    Fontanellato
  • Telefono
    0521.825134
  • Chiusura
  • Osteria
  • Str. Casalbarbato, 16, 43012 Casalbarbato
  • Fontanellato
  • 0521.825134
Trattoria  di Casalbarbato: cucina parmigiana, ricca e non pesante, un viaggio nel gusto
Cucina
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
Cantina
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
Qualità / Prezzo
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
a cura di Chichibio

Qui troverete torta fritta come in nessun altro posto (a lunghe strisce che diventano gonfi e dorati parallelepipedi), patate fritte come in pochi altri posti (a spicchio d’arancia sottili e con aglio e rosmarino), pasta all’uovo fatta in casa e fresca da cui pappardelle, tagliolini e tortelli morbidi e dai ripieni fantasiosi. Ma si vada per ordine: gradini all’ingresso, tavoli fuori sotto la tenda e anche dietro in giardino, i necessari presidi sanitari, i posti ben distanziati e quella che era una trattoria affollatissima e rumorosa ora è più tranquilla pur con tutti tavoli disponibili occupati.
La cucina, i piatti Si mangia ricco e parmigiano, non pesante, con condimenti dosati: ci sono gnocchi e tortelli in mille ripieni (erbetta, robiola, capriolo, limone, menta, zucca, spalla cotta...), carne di cavallo, uova al tegamino, tantissimi dolci. Si comincia con salumi, buona torta fritta e, alla fine, giardiniera sgrassante. Da ricordare la spalletta, la coppa, il giovane e dolce salame. Ora sono ottimi gli gnocchi di patate che quasi si sciolgono in bocca, ben accompagnati dalle lamelle di un discreto tartufo estivo; curiosi, a queste latitudini, i tortelli di borragine dalla pasta arrendevole e profumata, dalle giunture lievi, dal ripieno dolce e quasi evanescente. Uova nel tegamino d’alluminio con lardo o pancetta o tartufo; qualche filetto (pepe verde, tartufo, balsamico) e poi largo alla griglia: la fiorentina, la costata di Angus (30 euro), costata di manzo, straccetti o tagliata di cavallo o di manzo, hamburger, polpo alla piastra, ben cinque succose costolette d’agnello, la grigliata di maiale con una fetta sottile di coppa, un salamino salato, due costine. E le patate fritte, croce e delizia della cucina che non riesce a star dietro alle ordinazioni, ma una ragione c’è: sono ghiotte come poche.
Per finire Molti dolci: catalana con le fragole, soufflé al cioccolato, semifreddo al mascarpone o all’amaretto o cocco e cioccolato, sbrisolona. Discreta cantina. I prezzi: coperto 2 euro; antipasti 12-15; primi 8-12; secondi 5-20; dolci 4-5. Menu non esposto, ingresso con gradini, bagni e parcheggio comodi.
Non mancate
Gnocchi