«Castello dell'Elfo»: materie prime regine in piatti di spessore

22 agosto 2019, 09:02

  • Tipologia/ Food
    Ristorante
  • Indirizzo/ Address
    Via Rondella
  • Località/ Where
    Lesignano de' Bagni
  • Telefono/ Telephone
    0521.850636
  • Chiusura/ Closed
    La sera dal martedì al sabato
  • Ristorante
  • Via Rondella
  • Lesignano de' Bagni
  • 0521.850636
  • La sera dal martedì al sabato
«Castello dell'Elfo»: materie prime regine in piatti di spessore
Cucina/ Food
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
Cantina/ Wine
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
Prezzo/ Price
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
a cura di Chichibio

Che posto, che oste! Un rudere di probabili origini matildiche recuperato con pazienza e trasformato in palcoscenico fatato per banchetti e sere più intime. Sale e salette, affreschi, oggetti d’epoca e, all’aperto, verde squillante del prato sintetico, vele bianche, tovaglie e stoviglie preziose. Qui recita, ma il verbo è sbagliato perché lui è sempre sè stesso, l’oste Luca Melegari coi suoi abiti sgargianti, le sue parole sempre «estreme», la sua cultura, il suo entusiasmo. Seguitelo e magari lasciate fare a lui che, specie nei vini col servizio a calice, vi porterà tra le sue scoperte, tra produttori poco conosciuti, vini sorprendenti. Per esempio: un «piccolo» Lugana doc Antico vigneto di Corte Anna, intenso e morbido nei suoi sentori fruttati; un «grande» Sauvignon La Tosa 1999, aspettato 20 anni affinché potesse esprimere la sua anima, la sua struttura complessa.
LA CUCINA, I PIATTI
Dietro a ogni oste, si sa, c’è sempre una donna paziente e qui c’è Camilla, moglie e complice, che completa l’operazione seduzione con piatti moderni ricchi di sapore, dove è smussato ogni contrasto e la materia prima è accompagnata ad esprimersi al meglio. Ecco la suadente mille foglie di melanzane, provola affumicata e spiedini di cape sante; la composizione di gamberi crudi, crema al nocino e tamarindo, platano fritto, crema di patate dolci. Non fermatevi davanti all’apparente banalità dell’enunciato: sono infatti molto buoni gli spaghetti aglio e olio, perfettamente tirati, dal sapore ricco per l’aglio fermentato, la bottarga, una nota agrumata, una piccante. Non se ne può più di acciughe del Cantabrico, ma le Rueda sono tra le migliori e il Lardo di Colonnata della Mafalda le accompagna alla perfezione. Branzino con prosciutto e carciofi per continuare sulla strada mare-monti.
PER FINIRE
Dolci, formaggi selezionati e i prezzi: coperto 3 euro; antipasti 14-18; primi 12-16; secondi 16-18; dolci 8; menu 43-45. Menu non esposto, ingresso e bagni con gradini, parcheggio comodo. La valutazione è in relazione alla fascia di prezzo calcolata sul costo medio di tre piatti.
NON MANCATE
Spaghetti aglio e olio


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA