Trattoria La Buca - I piatti e i sapori di un tempo che torna a tavola

02 gennaio 2020, 09:09

  • Tipologia/ Food
    Trattoria
  • Indirizzo/ Address
    Via Ghizzi, 6 - Zibello
  • Località/ Where
    Zibello
  • Telefono/ Telephone
    0524.99214
  • Chiusura/ Closed
    Martedì
  • Trattoria
  • Via Ghizzi, 6 - Zibello
  • Zibello
  • 0524.99214
  • Martedì
Trattoria La Buca - I piatti e i sapori di un tempo che torna a tavola
Cucina/ Food
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
Cantina/ Wine
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
Prezzo/ Price
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
a cura di Chichibio

Qui è un’immersione piena nei sapori e nei piatti di un tempo, ma non è questo che cerca chi 
viene alla «Buca»? La risposta è già nella domanda: in più troverà la bellezza di una casa di campagna fatta a trattoria, un’atmosfera di grande piacevolezza, le cameriere gentili con abito nero e grembiule bianco. Ora, dopo Romilda, Zaira, Elena e Miriam, tocca a Laura Leonardi che ha tutto imparato dalla madre e, come lei, governa la cucina con mano sicura, fa i conti, saluta i clienti.
La cucina, i piatti
Nulla è cambiato, resiste il menu scritto in bella grafia su carta paglia, ma accanto a quasi tutti i piatti è comparso un asterisco che indica «alimenti che potrebbero essere da noi abbattuti e congelati». 
Confidiamo nel condizionale e intanto ecco il culatello Dop della Buca (Remo Meletti è il maestro norcino) con 26 mesi di stagionatura, il leggero sentore di vino che lo ha ammorbidito, il sapore pieno e lungo accompagnato da burro e micchetta di pane comune. 
Insieme la meno nobile, non meno buona, spalla cotta tiepida tagliata al coltello con la mostarda di casa. 
I tortelli di zucca hanno ripieno alla mantovana (amaretti, mostarda di mele, spezie, mandorle tritate...), sono fatti a caramella, sono sodi e saporosi; molto burro nel condimento per i più delicati tortelli d’erbetta e pasta che resta dura nelle giunture. 
Lo trovate solo qui il pasticcio di maccheroni in crosta ed è un piacere gustare l’equilibrio tra il dolce della pasta frolla e il sapore dei maccheroni al ragù. 
Ai secondi, piatti che pochi preparano: il pollo alla cacciatora, lo stracotto di lingua coi funghi, la ghiotta, ma non proprio leggera anguilla coi piselli, la mariola con lo zabaione all’aceto. 
Gli arrosti sono croccanti e asciutti: anatra, faraona, punta di vitello. 
Per finire
Arriva il carrello dei dolci e bisognerebbe aver mangiato poco prima: merita il cacio bavarese, la zuppa inglese vecchio stile, la tarte Tatin, lo zabaione...
Buona cantina e i prezzi: coperto 3 euro; antipasti 10-16; primi 14 (35 con tartufo); secondi 12-20; dolci 7-8. 
Menu non esposto, ingresso e parcheggio comodi, bagni esterni.
Non mancate
Pasticcio, cacio bavarese.