Ciastra ed San Michel

27 agosto 2020, 12:27

  • Tipologia
    Agriturismo
  • Indirizzo
    Str. Corniana Cazzola, 43040 Terenzo PR
  • Località
    Terenzo
  • Telefono
    0525.527231
  • Chiusura
    apertura solo su prenotazione
  • Agriturismo
  • Str. Corniana Cazzola, 43040 Terenzo PR
  • Terenzo
  • 0525.527231
  • apertura solo su prenotazione
Ciastra ed San Michel
Cucina
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
Cantina
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
Qualità / Prezzo
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
a cura di Chichibio

All’ombra della «Ciastra», trovate un’Azienda agrituristica che in questi anni, sempre migliorando, ha saputo conquistarsi meritata fama. Dalla strada per la Cisa, prima di Cassio, si scende verso Corniana, si supera il cimitero e si è arrivati. La casa di famiglia è stata risistemata nel rispetto dei sassi e del legno, sono poco distanti l’orto, gli alberi da frutta, il pollaio protetto, ma sempre a rischio per volpi, faine, falchetti indice di natura incontaminata. Tovaglie candide, molta cura per i particolari di un ambiente caldo ed accogliente: vini del territorio e qualche bottiglia dalle regioni vicine.

La cucina, i piatti
Tutto è fatto di fresco, nulla è congelato, niente sottovuoto. La cuoca, rigorosa e precisissima, prepara secondo prenotazione (sempre necessaria): si può scegliere all’interno del repertorio della cucina locale (tortelli, anolini, tagliatelle, gnocchi, arrosti) e di quella padano-lombarda (casoela, risotto, cotoletta) che rivela l’origine monzese della cuoca. Grande attenzione nella scelta delle materie prime e quelle di produzione diretta sono eccellenti: imperdibili anatra, faraona, polli, le verdure dell’orto e, in stagione, funghi, tartufi e cacciagione. Si comincia con salumi e torta fritta anche in versione creativa, ripiena di formaggio, cui molti non sanno rinunciare. Ripiegate, per modo di dire, sulla polenta morbida con crema di formaggio, briciole e lamelle di tartufo estivo di buona qualità appena raccolto nel campo vicino, grazie alle dritte di un’amica tartufaia. Ora, su un piatto da portata, il sontuoso risotto perfettamente tirato con tenero ossobuco, quindi gli gnocchi di patate morbidi il giusto con leggera salsa di pomodoro fresco e basilico. Potrebbe bastare se il patron non annunciasse la “sua” anatra, la “sua” faraona. Ruspanti e adulte, si avvalgono di una cottura lunga e dolce con rosmarino, sfumate al vino bianco, un goccio di Marsala, tutta la sapienza della cuoca: sono saporite, morbide, succulente.

Per finire
Il gelato alla crema, la crostata di ciliege, il tiramisù. I prezzi: coperto 2, antipasti 10-15; primi 10-15; secondi 15-20; dolci 6. Menu all’ingresso, bagni comodi, parcheggio nei dintorni.

Non mancate
Anatra arrosto