Trattoria Città d'Umbrìa, la buona cucina di casa ingentilita da tocchi delicati

08 ottobre 2020, 11:58

  • Tipologia
    Trattoria
  • Indirizzo
    Via Mulinazzo, 26 Località Tosca di Varsi
  • Località
    Varsi
  • Telefono
    0525.759103
  • Chiusura
    Lunedì
  • Trattoria
  • Via Mulinazzo, 26 Località Tosca di Varsi
  • Varsi
  • 0525.759103
  • Lunedì
Trattoria Città d'Umbrìa, la buona cucina di casa ingentilita da tocchi delicati
Cucina
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
Cantina
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
Qualità / Prezzo
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
  • alt text for a img
a cura di Chichibio

Una trattoria che non t’aspetti. Qui la famiglia Zanelli dal 1945 offre ospitalità e gentilezza a chi sale i monti di Varsi, tra una natura incontaminata, vicino al sito archeologico (III-II sec a.C.) di Città d’Umbrìa di cui il locale porta il nome. Recentemente ristrutturata con sobrietà, è ora guidata dall’entusiasmo competente e contagioso di Filippo, con la madre in cucina. I necessari presidi sanitari, menu e proposte dei vini a voce, tavoli ben distanziati sotto il portico e nelle due sale: in quella col camino sono in bella mostra sassofono e batteria, passioni giovanili dell’oste. E di passione è fatta la cantina: un po’ disordinata, ricchissima di referenze non banali che rivelano gusto della ricerca e della scoperta. Servizio anche a bicchiere, prezzi onesti, unico neo la mancanza di vini parmigiani.
La cucina, i piatti Cucina di casa e, in ogni piatto, un tocco speciale, un’idea semplice, intelligente che apre a dimensioni del gusto inedite. Ad esempio: i tortelli d’erbetta (piccoli, irregolari, pasta leggera) hanno bietole e qualche altra erba (preminenti sulla ricotta, come spesso in montagna) per un sapore ricco, quasi balsamico; i tortelli di spalla cotta sono ingentiliti e rinfrescati da foglioline di sedano nel condimento; gli anolini, col ripieno di carni miste (non opulenti come quelli parmigiani) sono quasi “magri”, ma trovano armonia ed equilibrio grazie al brodo di cappone che li arricchisce. S’è cominciato il pranzo con un tortino dal pieno sapore di zucca, salsa al Parmigiano, gocce di balsamico di 20 anni e con una pregevole selezione di salumi: intenso prosciutto Leporati di 20 mesi in due tagli; dolce salame Bocchi di media stagionatura; pancetta cotta e leggermente affumicata Capitelli, morbida, delicata, perfetta con la torta fritta di farina integrale. Ai secondi: ghiotto cinghiale in umido, costine arrosto, vitello al forno e patate.
Per finire La buona zuppa inglese, il serendipity (semifreddo di amaretti e crema al caffè), la torta di cioccolato e pere. I prezzi: coperto 1,50; antipasto 8; primi 10; secondi 12, dolci 5. Menu esposto, ingresso, bagni, parcheggio comodi.
Non mancate
Salumi, tortelli