Sei in Salute

SALUTE & BENESSERE

A fior di pelle da zero a 90 anni

La dermatologa Aimi: "La cute cambia con l'età:  come rallentare l'invecchiamento"

20 maggio 2020, 10:24

A fior di pelle da zero a 90 anni

Come una rivoluzione, un radicale cambiamento di prospettiva: la nuova frontiera della ricerca medica sulla pelle fa intravedere la novità sempre maggiore che la cute rappresenta un ecosistema complesso, che affronta da nicchia per gli specifici batteri, funghi, virus. Addio dunque all'idea che sia solo una barriera, niente affatto: è un organo complesso, il più esteso del corpo, un vero ecosistema di microrganismi che convivono in perfetta simbiosi, comunicano con noi, interagiscono con il nostro sistema immunitario e ci sono un svilupparlo. «Oggi si studia anche il microbioma delle carine, - spiega Francesca Aimi, specialista in Dermatologia e Venerologia, medico dell'Ausl di Parma - fondamentale per potenziare la risposta immunitaria contro gli agenti patogeni. Ormai è chiaro l ' importante ruolo della pelle nella salute generale dell'organismo ». Ma come salvaguardare il benessere della cute sia dal punto di vista funzionale che estetico, soprattutto con il passare degli anni?
LA PELLE DA 0 A 12 ANNI
«La pelle è un importante indicatore di saluto - spiega Aimi - e cambia con la progressione del tempo. Ad esempio, il carino del bambino e dei bambini richiede attenzioni e trattamenti diversi da quelli degli adulti ». Come prendersene cura? «Utilizzare detergenti delicati, evitare i bagni prolungati con acqua calda e detergenti schiumogeni che tendono ad alterare il film idrolipidico cutaneo, preferire detergenti oleati, applicare creme emolienti. E non dimenticare la protezione solare 50 + spf all'aria aperta ». A 6 anni circa, la struttura della cute è ormai formata, ma il cambiamento fondamentale avviene con la pubertà. 
LA CURA A 20 ANNI
Attenzione a un numero: 25. A questa età la pelle può iniziare ad assottigliarsi e possiamo iniziare a confrontare i primi segni dell'invecchiamento, come sottili e invisibili rughette. Che tariffa? «Stimolare la produzione di collagene - spiega Aimi - Usare detergenti e creme a base di acido glicolico o lattico. Bene anche gli alfa-idrossiacidi, noti anche come acidi della frutta, dalle proprietà esfolianti e idratanti ».
DURANTE I 30 ANNI
«Continuano a osservare collagene ed elastina, la pelle appare meno elastica», continua Aimi. Si consiglia un trattamento a base di retinolo, un derivato della vitamina A che favorisce il ricambio cellulare.
DAI 40 AI 50 ANNI
L'arte di imparare a convivere con il tempo, avendo cura di sé: «Bisogna proteggere la pelle dai radicali liberi, responsabili dell'invecchiamento». La parola d'ordine inizia ad essere antiossidanti, consigliati prodotti a base di vitamine B e C.
 DAI 50 ANNI IN AVANTI
«La pelle del viso perde elasticità ed il turnover cellulare diventa più lento». Ecco perché è indispensabile intervenire con trattamenti mirati. «Con la menopausa, la pelle risente dello squilibrio ormonale, ma non cambia allo stesso modo per tutte le donne: la genetica conta molto». I segni più comuni sono «l'assottigliamento del derma, la secchezza, la disidratazione, il cedimento tissutale, la perdita dei volumi e la comparsa delle rughe». Purtroppo le creme non riempiono le rughe e utili filler cosmetico non esiste. Utilizzare un trattamento anti-age significa prima di tutto puntare sulla corretta igiene della pelle e applicare la crema corretta. A 50 anni e oltre «i principi attivi che devono contenere il trattamento antietà sono il retinolo (vitamina A) che riempie il rughe, assicura la trama della pelle, agisce sulle macchie, stimola il rinnovamento cellulare, in più preserva il collagene. E poi, complessi che veicolano cellule staminali vegetali, la ginesteina, potente antiossidante appartenente alla super famiglia dei flavoniodi, in grado di interagire debolmente con i recettori estrogenici cutanei, risultando così utile a sostenere la pelle durante e dopo il clima, e l'acido glicolico, presente nei cosmetici in percentuale inferiore al 10%, ad azione esfoliante e rigenerante dell'epidermide ».