Sei in Salute

studio

 La luce solare 'uccide' il virus Sars-Cov-2 in pochi minuti

02 giugno 2021, 10:04

 La luce solare 'uccide' il virus Sars-Cov-2  in pochi minuti

 La luce solare, in particolare i raggi UvA e UvB, 'uccide' il virus Sars-Cov-2 nella concentrazione in cui si trova nelle secrezioni umane in pochi minuti. Lo ha dimostrato uno studio pubblicato in preprint dai ricercatori dell’università statale di Milano e dell’Inaf. 
I ricercatori, si legge nell’articolo sul sito MedArxiv, hanno esposto delle cellule umane infettate con quantità di virus paragonabili a quelle che si troverebbero nella saliva a diverse concentrazioni dei diversi tipi di raggi Uv e alla luce violetta, verificando poi la capacità del virus di replicarsi. I più efficaci, affermano gli autori, si sono rivelati i raggi Uv C, che però non raggiungono la Terra, ma anche le altre tipologie riescono comunque a inibire il virus. «In particolare i nostri dati - si legge nelle conclusioni - indicano che l'irradiazione solare che raggiunge la superficie della Terra potrebbe disattivare completamente il Sars-Cov-2 in concentrazioni simili a quelle che si troverebbero nella saliva in pochi minuti. In conclusione, per la prima volta, abbiamo dimostrato chd l’irraggiamento Uv è efficace nell’inibire il Sars-Cov-2 a diverse lunghezze d’onda. Questo conferma un ruolo per la luce solare nella disinfezione delle superfici esterne, e potrebbe contribuire a spiegare la stagionalità di questo virus».