Sei in Salute

iniziative gazzetta

«Giù la pancia... su il morale» con dieta e sport

Un libro con 50 ricette e schede per allenarsi

di Vittorio Rotolo -

22 giugno 2021, 09:46

«Giù la pancia... su il morale» con dieta e sport

Consigli per sentirsi più belli ed in forma? Nel libro «Giù la pancia...su il morale!», in vendita da domani con la «Gazzetta di Parma» (nelle edicole di Parma e provincia e di Reggio Emilia e provincia, a 15 euro più il prezzo del quotidiano), la biologa nutrizionista Francesca Beretta li definisce ancor meglio «trucchi di bellezza». Cinquanta ricette e tante schede di allenamento – quest’ultime curate dal personal trainer Cristian Rottura -, appositamente studiate per contrastare efficacemente gli inestetismi che creano disagio: cellulite e stanchezza persistente per lei, «maniglie dell’amore» e pancetta per lui.
«Per questo manuale, che si pone in continuità con il mio primo volume, dato alle stampe nel 2019 e dal titolo «Giù la pancia», sono sostanzialmente partita dalla storia di una coppia reale, con figli ed un lavoro a tempo pieno» racconta laa Beretta. «Una coppia che, da lì a tre mesi, sarebbe convolata a nozze: la loro intenzione era arrivare a quel giorno al top della forma. Tante persone, nel momento in cui si presentano nel mio studio, con il proposito di cominciare un percorso integrato sul piano nutrizionale e fisico, appaiono intimorite: si sentono le sole ad aver vissuto una situazione del genere. Ma quando sentono che altre, prima di loro, hanno avuto la medesima necessità di rimettersi in forma in un tempo prestabilito, si convincono di potercela fare: trovano motivazioni». 
«“Giù la pancia...su il morale!” - prosegue l’autrice - vuol lasciare un’esperienza, ma in questa fase storica rappresenta pure uno stimolo. Stiamo faticosamente uscendo da un periodo bruttissimo: secondo recenti dati Istat, durante il lockdown, il 44% degli italiani è aumentato di peso. Ora è il momento di riappropriarci di una prospettiva che ci faccia stare meglio. Naturalmente, senza che ciò comporti uno stress».
Parla di coppia in senso generale, Francesca Beretta. «Partiamo dal presupposto che, per l’essere umano, alimentarsi non è solo una necessità, bensì un grande piacere. Da condividere non necessariamente con il proprio partner, ma anche in una semplice amicizia: la ritualità del pasto comune non deve mai essere persa. Fare la dieta in due, infatti, moltiplica le forze: se uno avrà un momento di sconforto, l’altro potrà aiutarlo».
Sfata alcuni falsi miti, «Giù la pancia...su il morale!». Come quello che imporrebbe la rinuncia al ristorante, laddove si stia seguendo una dieta. «E chi l'ha detto che, per mangiare in maniera adeguata, si debba restare fra le mura domestiche?» si stupisce l'autrice. «Non esiste alcuna buona ragione per non gustare una buona grigliata di pesce o una tagliata di carne, fuori casa. Una dieta corretta non è incentrata sulle privazioni, ma sulla regola del nutrirsi in maniera salutare ed equilibrata. La pasta? Affermare che bisogna evitarla, è un errore colossale. La pasta è eccezionale, così come lo sono tutti quegli alimenti alla base della dieta mediterranea. E in ogni caso, una volta alla settimana, possiamo pure mangiare quello che ci dà più soddisfazione: serve a rigenerare le energie mentali».
Per l’esercizio fisico, la parola d’ordine è gradualità. «Come in tutte le cose – osserva l'autrice – anche nell’attività fisica bisogna seguire un certo criterio, affidandosi ai programmi stilati da coach esperti e competenti. In soli tre mesi, è possibile ottenere risultati sorprendenti, con evidenti benefici sul morale».
Vittorio Rotolo