×
×
☰ MENU

L'Efsa risponde

I cibi del futuro: le proteine del fagiolo mungo

I   cibi del futuro:  le proteine del fagiolo mungo

di Antonio Fernández

05 Dicembre 2021,09:48

L'Efsa ha da poco pubblicato la sua valutazione sulla sicurezza della polvere proteica di fagiolo mungo estratta dai semi della pianta «Vigna radiata».
È tra le prime di un numero crescente di richieste di consulenza scientifica sulla sicurezza di nuovi alimenti - i cosiddetti novel food - che l'Efsa sta ricevendo per proteine alternative sostenibili. Scopriamo di più insieme ad Antonio Fernández, esperto scientifico del team dell'Efsa che si occupa di questi nuovi alimenti.  

#AboutAntonio
Antonio Fernández è originario di Madrid e la sua formazione è in veterinaria.
È entrato a far parte dell'Efsa nel 2008 e ricopre il ruolo di senior scientific officer
occupandosi della valutazione della sicurezza degli alimenti e dei mangimi di prodotti innovativi.

Di cosa si tratta? 
AF: Il fagiolo mungo è un alimento già presente sulle tavole, soprattutto in Asia. Per esempio, in India, questo fagiolo è usato nella preparazione di dolci, snack e cibi salati mentre in altre parti dell'Asia lo si ritrova in torte, noodles, zuppe e anche come germogli. Nell'Unione Europea non è così diffuso e viene per lo più consumato come germogli freschi.
«Eat Just», l’azienda statunitense che ha richiesto l’autorizzazione sul mercato dell’Ue, intende utilizzare la proteina del fagiolo mungo come ingrediente in una varietà di alimenti. Per ottenerla, questa polvere proteica viene isolata dai semi secchi di fagioli mungo mediante una sequenza di fasi di lavorazione seguite da essiccazione. La proteina del fagiolo mungo è strutturalmente legata alle proteine di stoccaggio dei semi presenti in altri legumi come la soia, il lupino e il pisello.

Il consumo di fagiolo mungo è sicuro? 
AF: Gli esperti scientifici dell'Efsa hanno valutato la sicurezza della polvere proteica del fagiolo mungo come ingrediente aggiunto a prodotti proteici, per esempio come sostituto delle uova. Gli esperti hanno concluso che il consumo di questo novel food non è svantaggioso dal punto di vista nutrizionale ed è sicuro nelle condizioni d'uso proposte e ai livelli d'uso.
Tuttavia, a causa della sua struttura legata alle proteine di stoccaggio dei semi, questo nuovo alimento ha la potenziale capacità di indurre reazioni allergiche in individui allergici per esempio alla soia, alle arachidi e al lupino. Gli esperti dell'Efsa hanno anche notato che il prodotto in polvere di fagiolo mungo non dovrebbe essere assunto come unica fonte di proteine perché, a parità di contenuto proteico, contiene aminoacidi essenziali di qualità inferiore rispetto ad altre fonti proteiche, come ad esempio le uova e il latte.


Mangeremo più proteine alternative a quelle animali in futuro? 
AF: Da quando il nuovo regolamento Ue sui nuovi alimenti è entrato in vigore nel gennaio 2018, l'Efsa ha registrato un forte aumento delle richieste di valutazione per l’autorizzazione alla commercializzazione di prodotti di questo tipo.
Le fonti di proteine vegetali rappresentano circa il 10% delle richieste che l'Efsa ha ricevuto. Altri esempi includono proteine di colza, proteine di riso d'orzo, nonché varietà di alghe e funghi.
Vorrei sottolineare che l'Efsa non ha alcun ruolo nel decidere se un alimento sia considerato «nuovo» o meno. Questa è una decisione presa dai responsabili politici, ovvero la Commissione europea e gli Stati membri, che sono anche responsabili di tutte le decisioni riguardanti le approvazioni relative alla commercializzazione come anche i ritiri, l'etichettatura e le condizioni d'uso.


La nostra valutazione del rischio della proteina del fagiolo mungo è un passo importante e necessario nel processo di valutazione dei nuovi alimenti. Attraverso le nostre valutazioni del rischio, sosteniamo i responsabili politici nell'Ue nel prendere decisioni basate sulla scienza e nel garantire la sicurezza dei consumatori, dando anche un importante contributo all'innovazione in questo settore.

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI