×
×
☰ MENU

Il problema più comune

Mal di schiena, 5 dritte

Stretching, corretta postura, scarpe con suola ergonomica

Mal di schiena, 5 dritte

14 Maggio 2022,08:28

Più di una persona su due soffre di mal di schiena ogni mese, come riporta il Global Pain Index Report, lo studio mondiale sullo stato del dolore nel mondo e sull’impatto che ha sulle persone.

La diffusione capillare di questo fastidio è tale che la Iasp – Associazione internazionale per lo studio del dolore – ha dedicato al mal di schiena l’Anno mondiale contro il dolore 2021.

Tralasciando i casi in cui questo disturbo sia dovuto a cause osteo-articolari, nervose, infettive o a malattie, quando è necessario rivolgersi ad uno specialista, generalmente il mal di schiena è localizzato a livello muscolare.

Prima di ritrovarsi a trattare il dolore acuto, rivolgendosi ad un fisioterapista o facendo uso di farmaci, è possibile mettere in pratica alcuni accorgimenti per prevenire il crescendo del disturbo. Ve ne proponiamo cinque.

1. Lo stretching.

Il dolore dorsale è generalmente causato da degli irrigidimenti muscolari ed è possibile intervenire attivamente, nelle fasi iniziali del dolore, per sciogliere le contratture. Bastano un tappetino, un ritaglio di una mezz’ora di tempo e la voglia di assumere pose scomode, talvolta fastidiose, ma che donano sollievo alla schiena.

2. La postura.

Al lavoro, leggendo, in piedi, facendo esercizio fisico o semplicemente sul divano: tenere una postura corretta significa far lavorare i muscoli dorsali in maniera equilibrata, armoniosa, senza sovraccaricare alcune fasce muscolari a danno di altre, scompenso che causa irrigidimenti.

3. Le scarpe.

Un uso prolungato di calzature dalla suola piatta o che costringono i piedi a stare in posizioni innaturali, come i tacchi, creano degli scompensi a livello muscolare e, di conseguenza, mal di schiena. È preferibile quindi utilizzare scarpe dalla suola ergonomica o, almeno, delle solette preformate.

4. Il calore.

Sembra il consiglio della nonna, e di fatto lo è, ma ha le sue basi scientifiche: i «colpi d’aria», ovvero l’esposizione diretta di una parte del corpo ad un brusco raffreddamento, causano un irrigidimento dei tessuti muscolari e quindi fastidi. Coprire le zone più delicate, come la cervicale e la zona lombare, può quindi prevenire le contratture.

Inoltre, l’utilizzo di calore diretto, attraverso una borsa dell’acqua calda ad esempio, aiuta ad ammorbidire i muscoli dolenti.

5. Il riposo

È certamente l’accortezza più scontata ma proprio per questo la meno considerata. Il corpo umano non è una macchina per cui è bene alternare dei giorni di riposo ai giorni di carico, affinché i tessuti muscolari possano avere il tempo di tornare alla normalità.

Si tratta di cinque piccoli accorgimenti che, se associati ad uno stile di vita sano, possono aiutare a prevenire la degenerazione del mal di schiena. Se il dolore dovesse persistere, è sempre meglio chiedere consulto ad un professionista.

red.sal.

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI