10°

24°

Video

2commenti

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Corona paparazzato con Belen, Silvia Provvedi lo lascia!

milano

Belen al ristorante con Corona: il gossip impazza

Nathalie Caldonazzo

Nathalie Caldonazzo

ROMA

Incidente stradale per la Caldonazzo: ferita

E' morto Marco Garofalo, coreografo di tanti show

TELEVISIONE

E' morto Marco Garofalo, coreografo di "Amici"

Notiziepiùlette

Formazione e specializzazione: le armi vincenti per trovare lavoro

CONSIGLI

Formazione e specializzazione: le armi vincenti per trovare lavoro

Data - Ora inizio 16/04/15 - 18:00

Data - Ora fine 16/04/15 - 19:00

Tipologia Arte e Cultura

Dove Feltrinelli

Località Parma

Strada Farini , Parma

Libri

Immagini che parlano dei silenzi dell'anima

Presentazione alla Feltrinelli di via Farini. Ritratti tra natura e spiritualità

Immagini che parlano dei silenzi dell'anima
Ricevi le news
0

Sono immagini che parlano. Di silenzi. E le parole del silenzio sono quelle dell’anima. Dare un senso narrativo alla quiete ancestrale, non deve essere stato facile per Carlo Bevilacqua, fotografo e film-maker, che per cinque anni si è messo sulle tracce degli ultimi eremiti. Il risultato è sorprendente, poiché l’incontro con l’infinito degli anacoreti ha probabilmente imposto a Bevilacqua un cambio di prospettiva per inoltrarsi nelle orbite della spiritualità e iniziare a contemplare il mondo da un altro punto di vista. Dunque, traiettorie intorno all’universo dei silenzi dell’anima, dove la mente, ma anche l’occhio del fotografo, arrivano fino a un certo punto per poi cedere il passo ai misteri della vita, della natura, dei paesaggi in cui gli eremiti si identificano come camaleonti. C’è chi diventa albero, cielo, vento, sole, mare, monte. E infinito. E’ proprio questa dimensione che fa da scenografia ai singoli scatti che compongono  «Into the silence. Eremiti del terzo millennio» (Intento Edizioni). Carlo Bevilacqua ha infatti compiuto uno straordinario viaggio fotografico alla scoperta dei moderni eremiti e della loro scelta radicale in antitesi al fragore del nostro vivere. Dall’Italia agli Stati Uniti, dall’Inghilterra a Georgia, Francia, India e Grecia questi misteriosi amanti del silenzio vivono all’interno di grotte, in camper sperduti nel deserto, in monasteri strappati alla follia delle guerre. C’è chi nel proprio eremo conserva migliaia di libri, chi vive su un’appendice rocciosa a decine di metri di altezza, chi un tempo musicista rock è oggi monaco benedettino e chi contempla tutti i giorni la grandezza delle montagne dell’Himalaya. «Non avevo mai avuto a che fare con monaci o eremiti nella mia vita fino a quando - precisa Bevilacqua - sono arrivato, in occasione di un viaggio nel 2008, in Grecia, ai Monasteri delle Meteore, ardite costruzione in cima a spettacolari falesie. Allora non ne incontrai personalmente neanche uno, ma avvertivo la loro presenza». Il fotografo aggiunge: «Li immaginavo intenti a pregare nelle cappelle adorne di affreschi e icone o nelle celle, intenti a consultare codici e manoscritti bizantini presi in prestito dalle sagrestie dei loro monasteri. Ero colpito e affascinato dal luogo, incuriosito dal mistero. Attratto dalla loro eco lontana. Un piccolo germe si era insinuato nelle mia testa di fotografo agnostico. Certamente scoprire che altri stili di vita sono possibili mi fa vivere con più consapevolezza e rispetto il quotidiano. Non sono diventato un eremita, ma nel silenzio delle notti degli eremi, una parte di me sconosciuta è sicuramente venuta a galla». E le fotografie di Bevilacqua, pur in presenza di tante luci, di colori e di una geniale composizione delle immagini, sono leggere come è lieve la vita degli eremiti. Attraverso queste fotografie sono proprio loro, gli eremiti del terzo millennio, a parlarci. Con i loro sguardi scolpiti nelle foto ci dicono anche di cominciare a metterci in ascolto del silenzio che è dentro di noi.
 Carlo Bevilacqua, siciliano trapiantato a Milano, da più di trent’anni alterna la fotografia alla realizzazione di documentari. I suoi lavori sono stati esposti o presentati in numerosi foto e film festival internazionali e pubblicati in più di venti Paesi su magazine come Geo, Ojo de Pez, Chine Lens, La Croix, Stern, Io Donna. Gli sono stati dedicati articoli da L’Espresso, da Art Inside e da influenti blog sulla fotografia contemporanea.  

Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Lealtrenotizie

Precipita in un bosco facendo parapendio a Langhirano: ferito un 50enne

tragedia sfiorata

Precipita in una scarpata facendo parapendio a Langhirano: ferito un 50enne Video

anteprima gazzetta

Bimba di dieci anni, da Bari salvata al Maggiore dopo mesi da incubo Video

ARTE

"Il Terzo Giorno" porte aperte al Palazzo del Governatore Fotogallery

L'INCHIESTA

Maxi frode, via agli interrogatori di garanzia

PROGETTO

Esselunga, formazione per nuove assunzioni

la foto

Intervento dei vigili dei fuoco in via Mantova

tg parma

Circolo La Raquette: indetto il nuovo bando per la gestione Video

PARMA

Trovata una bicicletta: di chi è?

La polizia municipale pubblica la foto su Twitter

tg parma

Scontro auto-scooter in viale Pasini: un ferito, disagi al traffico Video

L'incidente si è verificato attorno alle 11

Montecchio

«Nuvola», morta la maestra paladina della natura

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Casellati subito prigioniera dei veti

di Vittorio Testa

L'ESPERTO

Termovalvole: se non si usa il riscaldamento si paga solo la quota fissa

di Mario Del Chicca*

1commento

ITALIA/MONDO

politica

M5S-centrodestra, nessun accordo: "Sì a un appoggio esterno di Fi e Fdi" e "Intesa solo se c'è tutto il centrodestra"

Parco d'Abruzzo

Un orso muore durante la cattura e si riapre la polemica

SPORT

Rugby

L'addio di Manici: "Il mio corpo dice basta, ora farò l'allenatore" Video

Calciomercato

Morata, ecco il bomber di ritorno

SOCIETA'

Musica

Nessun colpevole per la morte di Prince

MOTORI

MOTORI

Audi e le altre: la Design week a quattro ruote

MOTORI

Mahindra KUV100, il city Suv che non ti aspetti