×
×
☰ MENU

UNIVERSITA'

EUniverCities Network Meeting

Tre giorni di confronto fra universitari per condividere buone pratiche e approfondire alcuni temi: didattica, benessere, emergenza sanitaria e necessità abitative

EUniverCities  Network Meeting

30 Novembre 2021,18:41

S i terrà a Parma da domani a venerdì l’EUniverCities Network Meeting. Sarà un momento di scambio e confronto fra studenti universitari e membri della rete di città coinvolte nel progetto, per condividere buone pratiche e approfondire alcune tematiche legate al mondo universitario, con particolare riguardo ai temi della didattica, della vita e del benessere degli studenti e delle loro necessità abitative. Il meeting si svolge a chiusura del triennio in cui Parma è stata capofila delle città della rete europea, nata poco meno di dieci anni fa. Dal 2019 Parma ha infatti il segretariato di EUniverCities, gestito congiuntamente da Comune e Università di Parma.

Leonardo Spadi Incaricato ai rapporti con le rappresentanze studentesche.
Leonardo Spadi
Incaricato ai rapporti con le rappresentanze studentesche.

I temi
Fra i temi che saranno affrontati nella tre giorni l’emergenza sanitaria, che ha modificato abitudini e stili di vita e ha fatto emergere nuove necessità, e l’esperienza del progetto Parma Città Universitaria, che unisce Comune di Parma e Università di Parma e nel quale sono state sviluppate in questi anni diverse attività a favore degli universitari, con opportunità legate al trasporto pubblico locale, alla promozione della cultura, dello sport, a sostegno dell’integrazione degli studenti in città e dell’accoglienza dei fuori sede, anche da un punto di vista abitativo.


Il programma
 Il programma prevede domani il benvenuto alle delegazioni coinvolte, in Municipio, alla presenza del presidente del Consiglio comunale Alessandro Tassi Carboni, del delegato alle relazioni internazionali dell’Università di Parma Guglielmo Wolleb, e dei componenti del segretariato di EUniverCities Gabriele Agnetti (Comune di Parma) e Alessandro Bernazzoli (Università di Parma). Giovedì al Teatro Regio, dalle 8.45, giornata clou del meeting, aperta dai saluti del sindaco Federico Pizzarotti e del rettore dell’Università di Parma Paolo Andrei. Diversi i temi della giornata: dalle 11 alle 12.30 focus sul progetto Parma Città Universitaria; dalle 15.30 alle 17 presentazione e condivisione delle buone pratiche collegate al progetto.  Venerdì 3 dicembre, alle Aule K del dipartimento di Scienze economiche e aziendali dall’Università (via Kennedy 6), dalle 9 workshop per gli studenti e i partner di progetto, con condivisione delle attività a conclusione della mattinata, e nel pomeriggio momento di confronto con approfondimento sulla rete di rapporti tra le università coinvolte. Alla tre giorni prenderanno inoltre parte Juan Rayón González, presidente europeo dell’Erasmus Student Network AISBL e Giovanni Telesca, presidente dell’Erasmus Student Network Italy, a raccontare come gli studenti hanno reagito alla pandemia anche in relazione agli scambi internazionali.


I partner
EUniverCities è una rete europea, lanciata nel 2012, in cui centri di medie dimensioni e le loro università collaborano per dare maggiore visibilità alle città in Europa e sostenere lo sviluppo di città universitarie. La rete ha lo scopo di scambiare e diffondere le conoscenze, le competenze e l'esperienza sulla cooperazione città-università nell'Europa urbana ed è stata ispirata dalla strategia EU2020 sulla crescita intelligente, sostenibile e inclusiva, che attribuisce grande importanza alla conoscenza, all'innovazione e alla tecnologia. I partner attuali della rete sono: Aveiro, Exeter, Gand, Innsbruck, Losanna, Linköping, Lublin, Magdeburg, Malaga, Norrköping, Parma, Timișoara e Trondheim. «Il meeting di città universitarie europee - ha confermato Leonardo Spadi -. Sarà l'occasione per confrontarci su come il Covid ha cambiato l'assetto dei servizi dedicati agli universitari nelle nostre città e, nel caso di Parma, per capire come poter migliorare sempre di più il progetto "Parma Città Universitaria". Per la prima volta, i veri protagonisti del meeting saranno gli studenti provenienti da tutte le università partner della rete EUniverCities. Auspico e sono sicuro che dal loro confronto possano nascere spunti utili per le decisioni che noi amministratori saremo chiamati a prendere nei prossimi mesi». r.u.

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI