Sei in Scuola

NOI e la DAD: Veronica Ricci (Quarta A LOG L Itis Da Vinci)

17 novembre 2020, 19:20

La didattica digitale integrata è tornata protagonista all’interno della giornata di noi studenti, che, per la seconda volta nel corso dello stesso anno, dobbiamo seguire le lezioni da casa. La DDI sta contribuendo nuovamente all’allontanamento dai compagni ma anche alla perdita dei rapporti con amici di altre classi. Una situazione come quella che si sta vivendo è stressante, demotivante e spaventosa all’idea di un possibile nuovo lockdown. Abbiamo bisogno di legami sociali, di uscire con gli amici, di ridere e scherzare tra i banchi di scuola, attività che i nuovi metodi di insegnamento digitale non aiutano, perché recano stress psicologico e favoriscono l’ isolamento. Dopo aver passato 5/6 ore davanti ad un computer per sei giorni alla settimana, siamo stanchi e poco motivati a studiare ma anche ad uscire. Il ritorno a scuola poteva essere gestito in maniera differente e più efficiente da parte del Ministro Azzolina. La didattica a distanza funziona se viene alternata con giorni di lezione in presenza nei quali si possono svolgere attività di laboratorio, fondamentali per comprendere alcune materie ma anche per capire in modo pratico ciò che si studia.