×
×
☰ MENU

SCUOLA

Covid e scuola, istruzioni per l'uso

Tamponi, quarantene e Dad: ecco le regole per fermare il virus

Covid e scuola, istruzioni per l'uso

07 Dicembre 2021,14:47

Cosa succede se è presente un positivo in classe?

L’Ausl individua compagni e docenti che hanno avuto contatti nelle 48h precedenti allo sviluppo dei sintomi o all’esecuzione del tampone. Nella fascia 0-6, un solo caso fa scattare la quarantena di 10 giorni a partire dall’ultimo contatto a rischio; nelle scuole primarie e secondarie si attua una sospensione della classe (con tampone programmato da parte della Ausl).

Quando vengono effettuati i test dell'Ausl?

Si esegue un tampone il prima possibile, seguito da un altro a distanza di 5 giorni dal primo, nel caso di sospensione scolastica, compatibilmente con le disponibilità. In alcuni casi, in base al periodo di incubazione e all’esposizione a rischio, si può prevedere di eseguire un solo tampone. In caso di quarantena si esegue un tampone alla fine del periodo di quarantena, ovvero a distanza di 10 giorni dall’ultimo contatto a rischio.

Sospensione delle lezioni e quarantena. Le differenze

Un soggetto sospeso non è sottoposto alle restrizioni previste per la quarantena o l’isolamento domiciliare, ma non può recarsi a scuola. Ma è fortemente raccomandato attenersi a misure prudenziali atte a limitare un eventuale contagio: non frequentare spazi pubblici e usare sempre la mascherina.
La quarantena prevede l’obbligo di rimanere a casa e di evitare contatti che potrebbero essere la causa di ulteriori contagi.

Come ci si comporta con il personale scolastico?

Nelle scuole 0-6 anni, generalmente di fronte ad un caso positivo scatta il provvedimento di quarantena. Nelle scuole primarie e secondarie si valuta lo stato vaccinale: chi non è vaccinato viene sottoposto a quarantena, chi è vaccinato non subisce il provvedimento di quarantena ma eseguirà i tamponi di sorveglianza, mentre dal terzo caso scatterà la quarantena per tutti.

Basta il tampone in farmacia per i compagni?

No, il Dipartimento di Sanità Pubblica si occupa della programmazione, prenotazione e convocazione per il tampone: in questo modo tutti i componenti della classe eseguono il tampone nello stesso giorno ed alla stessa ora. E’ importante che tutti facciano il tampone: la riammissione alle lezioni deve tenere infatti conto di una valutazione complessiva sulla classe.

Quando scatta la Dad nelle diverse scuole?

La classe viene sospesa dalla frequenza in attesa del tampone ogni qualvolta il caso positivo accertato abbia frequentato l’ambiente scolastico nelle 48h precedenti lo sviluppo della sintomatologia o l’esecuzione del tampone, se asintomatico.
La dad vera e propria, ha confermato recentemente il governo, scatta alle scuole superiori quando sono presenti almeno tre studenti positivi nella stessa classe.

Chi comunica le positività? L'Ausl o la scuola?

Il Dipartimento di Sanità Pubblica comunica alla scuola il provvedimento attuato (sospensione o quarantena) e chiede al referente Covid o al dirigente scolastico di individuare i contatti a rischio (soggetti frequentanti la stessa classe), per programmare i tamponi. La scuola poi comunica l’appuntamento per il tampone alle famiglie, oltre al provvedimento adottato per la classe coinvolta.

Obbligo del Green pass anche per gli studenti?

Nonostante l'equiparazione di tutti gli over 12 alle nuove norme su «super» e Green pass base, la frequenza scolastica non prevede alcun obbligo per bambini, alunni e studenti, anche se frequentanti i sistemi regionali di formazione.
Gli unici studenti ad avere l’obbligo di Green pass per partecipare alle lezioni in presenza sono gli universitari.

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI