Sei in Animali

COMPAGNE DI BRANCO

Trasporto di cani e gatti Le regole da rispettare

Come organizzarsi per portare i nostri amici a quattro zampe in auto, in moto e in traghetto

21 giugno 2021, 08:31

Trasporto di cani e gatti Le regole da rispettare

L'articolo di oggi è utile sia per chi andrà in vacanza sia per chi semplicemente vuole essere informato  su come la legge si esprime riguardo al trasporto/viaggio con i nostri amici pelosi. Come sempre in questi casi ci siamo rivolte alla sapienza e gentilezza della nostra fidata consulente legale Cristina Ganga collaboratrice dello Studio dell’avvocato Antonio Maccarone.

Le norme che disciplinano il trasporto di animali domestici sono distribuite su più fonti: regolamenti e direttive europee che integrano o si combinano con quelle proprie del nostro Stato. Ipotizziamo di dover partire per la nostra vacanza (destinazione Sardegna, per esempio) che prevede un lungo itinerario che dovremo percorrere con mezzi di trasporto diversi. Partendo da Parma con i nostri animali domestici in macchina fino al porto per imbarcarci sul traghetto. Consultiamo, prima di partire, il codice della strada dove agli artt. 169 e 170 apprendiamo che è consentito il trasporto di animali domestici sui veicoli, purché «custoditi in apposite gabbie o contenitori nel vano posteriore al posto guida diviso da rete o altro analogo mezzo idoneo che, se installati in via permanente, devono essere autorizzati dal competente ufficio del Dipartimento per i trasporti terrestri». 
Se l’animale da trasportare, invece, è solo uno può stare ovunque nell’abitacolo purché non sia in grado di costituire un potenziale intralcio per il guidatore: è evidente come il Codice della Strada si preoccupi, chiarendo le ipotesi in grado di costituire intralcio alla guida, dell’incolumità non solo di chi si trova nell’abitacolo ma anche del grado di sicurezza di chiunque si trovi in circolazione. In presenza di più di un cane nell’abitacolo, se di media o grossa taglia, essi dovranno necessariamente stare nel vano posteriore a quello del guidatore divisi da apposita rete non essendo possibile contenerli in una gabbia. Se durante il nostro viaggio non dovessimo rispettare le norme appena descritte e incappassimo in un posto di blocco dovremo tenere in considerazione che al budget per la nostra vacanza andranno decurtati i costi della sanzione amministrativa per una cifra compresa tra 87 e 345 euro, oltre alla decurtazione di un punto sulla patente. Ma se dovessimo trasportare i nostri animali in moto? A norma dell’articolo 170 Codice della strada è possibile: purché custoditi in apposita gabbia o contenitore e assicurati all’asse del veicolo senza sporgere più di 50 centimetri rispetto ad esso, ovviamente senza impedire o limitare la visibilità del conducente.
Eccoci dopo qualche ora, e qualche sosta per dare sollievo ai nostri animali, arrivati al porto. A eccezione del biglietto che avremo precedentemente pagato per il nostro animale, ci sono regole diverse da rispettare a seconda del luogo di imbarco, di quello di destinazione, nonché delle compagnie cui affidiamo il nostro trasporto. In linea generale, dobbiamo sapere che sono ammessi al trasporto marittimo solo i cani dotati di microchip (e quindi muniti di libretto di iscrizione all’anagrafe canina) e tutti gli animali devono essere muniti di certificazione veterinaria di buono stato di salute; dovrà  inoltre essere esibito il carnet delle vaccinazioni e l’animale deve essere stato sottoposto alla profilassi antiparassitaria. Nel caso della Sardegna, si richiede anche di aver eseguito la vaccinazione antirabbica. Le soluzioni, una volta imbarcati, sono relativamente varie: tendenzialmente gli animali vengono alloggiati in appositi ricoveri ma è consentito a seconda della taglia e della compagnia portare con sé in cabina il proprio cane o gatto dotata di quanto necessario per la traversata in mare anche dell’animale. Vale per tutte indistintamente la regola che vale anche per strada in città: il cane può passeggiare insieme a noi sul ponte ma deve essere dotato di museruola e guinzaglio, alcune navi prevedono anche luoghi appositamente adibiti ai bisogni fisiologici del nostro amico facilmente individuabili.
Ora che sappiamo tutto o quasi sul loro trasporto è arrivato il momento di ricordare al lettore che non abbiamo scuse se non possiamo portare il nostro animale da compagnia insieme a noi: esistono ricoveri e pensioni dove il nostro animale potrà essere accudito in nostra assenza. Ricordiamo infatti che l’abbandono di animali costituisce reato: a norma dell’articolo 727 del Codice Penale la sanzione prevista è quella dell’arresto fino a un anno o dell’ammenda da 1.000 a 10.000 euro.
Adesso avete tutte le indicazioni su quello che dice la legge riguardo al trasporto dei nostri amici pelosi. Sarà poi nostra responsabilità essere informati sulle varie eccezioni che ci possono essere nelle diverse città/regioni d’Italia. 
Per questa settimana è tutto, vogliamo lasciarvi ricordandovi che Compagne di Branco continua il mercoledì dalle 18.00 alle 19.00 su Radio Parma (102.00/ 104.00 fm oppure in streaming su www.radioparma.it)

Seguiteci sui social per tutte le anticipazioni e foto dei vostri amici pelosi. 


Lia Begani - Valentina Tridente - Chiara Copelli
e-mail: compagnedibranco@gmail.com 
IG:@compagnedibranco
FB: compagnedibranco


 

Volete che la foto del vostro beniamino venga pubblicata nel prossimo appuntamento della nostra rubrica?  Niente di più semplice: immortalate i vostri amici mettendo bene  a fuoco il loro muso, scattate e inviate la foto a compagnedibranco@gmail.com  Il nuovo tema delle foto è primavera/estate. Come sempre tutti gli animali sono i benvenuti! 

 

Maya Questa è Maya che ci fa venire caldo solo a pensare di accendere la stufa. Verò è nche la foto risale a Dicembre - siete veramente in tanti a scriverci quindi scusate se tardiamo un pò a pubblicare i vostri amici pelosi. 13/10 per la pazienza di Maya e dei suoi umani Gaia e Nicolò.

Patato Patato di nome e di fatto ci dice la sua umana Sonia. Tutta la sua famiglia attendeva con trepidazione la sua pubblicazione che è stata ostacolata un paio di volte....ma adesso finalmente eccolo in tutto il suo splendore peloso. 15/20 per la patatosità.

Lola Lola è uno spirito libero, nessuno la può giudicare o pettinare. Ci piace così un po' arruffata e con l'aria di chi ne sa una più del diavolo, Lei e la sua umana Mirka sono una squadra pazzesca.   17/21 per la grinta.

Oscar Oscar dolciosotto Oscar. La sua umana Valentina ci fa presente che ama molto giocare e mangiare mommi. Come biasimarti Oscar? 14/11 per la bellezzza.