Sei in Animali

ANIMALI

Troppo caldo per i nostri animali? Ecco cosa bisogna fare per difenderli

È arrivata l'estate: I consigli in un opuscolo diffuso dal ministero della Salute

di Rose Ricaldi -

26 giugno 2021, 09:11

Troppo caldo per i nostri animali? Ecco cosa bisogna  fare per difenderli

L'estate è arrivata e con essa il caldo, che per gli animali da compagnia può nascondere non poche insidie: basti pensare al “colpo di calore” e al “colpo di sole”, gravi condizioni patologiche che possono anche portare alla morte del nostro fedele amico a quattro zampe. Cosa fare quindi per proteggere cani e gatti, ma anche pet come cavie, furetti, conigli, cincillà, criceti ed altri dalle alte temperature estive?

A questo proposito, è possibile consultare all’indirizzo https://www.salute.gov.it/imgs/C_17_opuscoliPoster_189_allegato.pdf un opuscolo, pubblicato dal Ministero della Salute ed intitolato «Animali d’affezione – il caldo e la salute», che contiene al suo interno informazioni precise sui pericoli rappresentati dal caldo estivo per i nostri pet e sulle patologie ad esso correlate, oltre ad utili raccomandazioni, che qui in parte riportiamo, per tutelare il loro benessere: «Alcune regole semplici, ma molto importanti – si legge nel documento scaricabile dal web -, possono essere sufficienti per salvaguardare la salute dei vostri animali e per consentirvi di trascorrere insieme un’estate serena e al riparo da spiacevoli sorprese.

Non lasciate gli animali in auto, non è sufficiente lasciare i finestrini un poco aperti e neanche parcheggiare all’ombra, perché l’abitacolo del veicolo si riscalda rapidamente. Non lasciate gli animali legati in luoghi esposti alla luce solare diretta. Assicuratevi che abbiano sempre a disposizione acqua fresca, soprattutto dopo l’esercizio fisico. Evitate di portarli a spasso nelle ore più calde della giornata Valutate la possibilità di portare i cani in spiaggia solo se sussistono condizioni favorevoli (es. ventilazione, ombra). È consigliabile comunque non tenere gli animali in ambienti eccessivamente condizionati ed evitare gli sbalzi di temperatura.

Qualora, invece, abbiate il sospetto che il vostro animale presenti sintomi riconducibili al colpo di calore procedete in questo modo: spostatelo rapidamente e portatelo in ambiente fresco e ventilato; raffreddatelo con acqua fresca, attraverso docce o panni bagnati applicati al collo, alla testa, alle ascelle e alla regione inguinale. Nota bene: evitate di usare ghiaccio o acqua ghiacciata; consultate nel più breve tempo possibile un medico veterinario; monitorate la situazione per le successive 24–48 ore».