21°

33°

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Balletto

social

L'evoluzione della danza di Michael Jackson...in 4 minuti Video

Via Emilia Est: il lungo aperitivo. Ecco chi c'era: foto

Arte&Gusto

Via Emilia Est: il lungo aperitivo Ecco chi c'era: foto

Beyoncé vuole girare un video al Colosseo ma arriva lo stop: è già occupato da Alberto Angela

ROMA

Colosseo off limits per Beyoncé: è già occupato da Alberto Angela, ilarità sul web Foto

3commenti

Notiziepiùlette

La folle guerra dell'Onu al Parmigiano

IL CASO

La folle guerra dell'Onu al Parmigiano: il commento

di Claudio Rinaldi

8commenti

verde

Piccoli accorgimenti per risultati perfetti



Piccoli accorgimenti per risultati perfetti

Dai fondi di caffè alle pigne: qualche idea per piante sane e belle. Non c’è sempre bisogno di concimi o aiuti chimici per un giardino perfetto. Spesso, in realtà, bastano pochi semplici (e naturali) consigli per creare uno spazio verde da dieci e lode.

LE PROPOSTE

Un’idea molto semplice per donare al giardino un aspetto chiaro e curato è quella di etichettare tutte le piante, magari con il loro nome scientifico. Bastano dei semplici cartelli oppure ciottoli e pietre su cui scrivere con pennarelli e vernici colorate. Per permettere alle piante una crescita regolare, invece, si possono utilizzare i fondi del caffè: i residui di una delle nostre bevande preferite sono perfetti come fertilizzante naturale. Il fondo del caffè, inoltre, è anche un ottimo deterrente contro gli insetti.

Se in giardino ci sono anche piante grasse, bisogna sapere che temono i ristagni di acqua. Un trucco semplice da usare per evitare che nei vasi si formi umidità in eccesso è quello di collocare sul fondo alcune pigne, utili per drenare l’acqua. Per gli amanti delle rose, invece, un trucco molto semplice per renderle ancora più floride e colorate è quello di poggiare sul terreno le bucce di banana. Queste, infatti rilasceranno il potassio che servirà per prevenire le malattie fungine.

Un ultimo consiglio, infine, è quello di riutilizzare le bottiglie di plastica per bagnare il suolo: basta un piccolo foro sul tappo per far cadere poche gocce d’acqua alla volta.

La regola: Bisogna ricordarsi che piante e fiori non dovrebbero crescere addossati: devono avere lo spazio per svilupparsi

ALTERNATIVE: Lavori al via? Va scelto lo stile. L’identità estetica

Ogni giardino ha il suo stile. Però, se non si è esperti in materia, non è sempre facile riconoscerne le peculiarità e le differenze. Quello “all’italiana” è forse il più noto al mondo. Nonostante i cambiamenti avvenuti nel corso degli anni, ci sono linee guida standard: basse siepi di bosso che vanno a comporre disegni geometrici; fusione di piante e architettura; vasche e giochi d’acqua. Un altro stile molto riconoscibile è quello francese. Caratterizzato da viali ampi, ricchi decori, arbusti potati a cono, siepi alte e squadrate, il giardino francese si riconosce per la sua idea barocca.

Detrazioni fiscali ok: confermato il bonus verde

LO SCONTO MASSIMO PREVISTO è di 1.800 euro per immobile (36% di 5.000)

Secondo quanto stabilito dalla manovra fiscale 2018, i contribuenti e condomini che, nel corso dell’anno, decidono di sostenere spese per il recupero o la sistemazione di giardini, terrazzi, balconi e verde di interesse storico, hanno diritto al “bonus verde”. La misura prevede detrazioni Irpef fino al 36% delle spese totali sostenute, per un massimo di esborso fino a 5mila euro. Facciamo un esempio: se si ha la necessità di fare un nuovo impianto di irrigazione, per il quale si spende una cifra di 5mila euro, sarà possibile detrarre dalle tasse il 36%, ovvero 1.800 euro in dieci anni. 

LE SPESE PREVISTE

Tuttavia, molte ma non tutte le spese rientrano tra quelle previste dalle agevolazioni fiscali.

Ecco le principali: sistemazione a verde di aree scoperte private di edifici esistenti, unità immobiliari, pertinenze o recinzioni, impianti di irrigazione e realizzazione pozzi; realizzazione di coperture a verde e di giardini pensili.

L’OPPORTUNITÀ

Sconti anche per i condomini. Una preziosa opzione

Il bonus verde tocca anche le spese sostenute per interventi eseguiti sulle parti comuni esterne degli edifici condominiali, fino a un importo massimo di 5mila euro per unità immobiliare a uso abitativo. Ha diritto alla detrazione il singolo condomino nel limite della quota a lui imputabile, a condizione che la stessa sia stata versata al condominio entro i termini di presentazione della dichiarazione dei redditi.