13°

22°

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Miguel Bosé e il compagno si separano: separata anche la custodia dei figli

gossip

Miguel Bosé e il compagno si separano: separata anche la custodia dei figli

Velluto Rosso

SPETTACOLI

"Velluto Rosso", tutto il teatro della settimana Video

Sabato latino al New York: ecco chi c'era - Foto

GAZZAREPORTER

Sabato latino al New York: ecco chi c'era Foto

Notiziepiùlette

La saga di Pillars of eternity per gli orfani di Baldur's gate

Videogame

La saga di Pillars of eternity per gli orfani di Baldur's gate

di Riccardo Anselmi

sicurezza lavoro

Pronti 250 milioni di euro con il Bando Isi dell’Inail

La platea nel 2018 si allarga anche alle imprese che operano nel campo dell’agricoltura: c’è tempo dal 19 aprile al 31 maggio per inoltrare la domanda tramite il sito dell’Istituto



Pronti 250 milioni di euro con il Bando Isi dell’Inail

Quasi 250 milioni di euro di incentivi a fondo perduto, ripartiti su base regionale e assegnati fino a esaurimento, per le aziende che vogliono investire in termini di sicurezza. È il bando Isi promosso dall’Inail, che quest’anno arriva all’ottava edizione. Gli stanziamenti dell’istituto dal 2010 arrivano così a toccare quota 1,8 miliardi di euro per progetti di miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

Novità

Non mancano le novità nel 2018. la platea del bando unico si allarga alle imprese che operano in agricoltura, per l’acquisto di nuovi macchinari e attrezzature di lavoro caratterizzati da soluzioni innovative per la riduzione delle emissioni inquinanti, del livello di rumorosità o del rischio infortunistico. Inoltre, i finanziamenti per la riduzione del rischio dovuto alla movimentazione dei carichi sono aperti anche ai progetti presentati dagli enti del terzo settore, anche non iscritti al registro delle imprese ma censiti negli albi e registri nazionali, regionali e delle Province autonome. La procedura di presentazione della domanda va fatta per via telematica attraverso il sito internet dell’Inail. C’è tempo dal 19 aprile alle ore 18 del 31 maggio. Le credenziali di accesso si possono ottenere effettuando la registrazione sul portale dell’Istituto almeno due giorni lavorativi prima della compilazione della domanda. Dal 7 giugno le imprese i cui progetti avranno raggiunto o superato la soglia minima di ammissibilità potranno effettuare il download del proprio codice, che le identificherà in maniera univoca nel “click day” dedicato all’inoltro online delle domande di ammissione.

La campagna informativa anche sui social

L’Inail ha realizzato un’apposita campagna informativa sul bado Isi, denominata #storiediprevenzione, che quest’anno sfrutterà ancora di più i canali dei social media.

Obbligo: copertura assicurativa anche per le casalinghe

L’obbligo assicurativo per le “casalinghe” (uomo o donna, tra i 18 e i 65 anni) che lavorano in via non occasionale, gratuitamente e senza vincolo di subordinazione, per la cura della propria famiglia e dell’abitazione è stato introdotto con la legge 493 del 1999. L’importo da versare all’Inail è di 12,91 euro l’anno: è esentato chi ha un reddito pari a 4.648,11 euro e fa parte di una famiglia il cui reddito complessivo lordo non supera i 9.296,22 euro annui.

Le misure: dall'amianto al settore del legno i cinque assi di finanziamento

Sono 5 gli assi di finanziamento del bando Isi 2018: adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale (100 milioni di euro), riduzione del rischio da movimentazione manuale dei carichi (44,4 milioni di euro) bonifica da materiali contenenti amianto (60 milioni di euro), progetti per micro e piccole imprese operanti nei settori del legno e della ceramica (10 milioni di euro) e progetti per le micro e piccole imprese che operano nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli (35 milioni di euro).