14°

27°

CONSIGLI

Colloquio di lavoro: 12 errori da non commettere

Colloquio di lavoro: 12 errori da non commettere
Ricevi gratis le news
0

Se un'azienda rimane positivamente impressionata dal vostro curriculum e vi reputa adatti a coprire una determinata posizione, vorrà incontrarvi di persona. E’ importante prepararsi, per sfruttare al massimo il tempo che vi verrà concesso.

Il colloquio di selezione serve al responsabile delle risorse umane per stabilire un contatto personale con il candidato, per verificarne la compatibilità con l'ambiente aziendale.

Come bisogna comportarsi?

Agite con naturalezza, non fingete, assumendo atteggiamenti che non siano quelli consueti. Fate sapere al datore di lavoro che avete un progetto chiaro per la vostra carriera. Non dovete sembrare confusi sulla direzione che state prendendo. Siate rilassati, aperti e sicuri e avrete una buona possibilità di avere il posto.
 
E' difficile nascondere un po' di nervosismo, ma è bene non esagerare: non agitate ansiosamente le gambe, non gesticolate troppo con le mani.

Ricordatevi che non comunicate soltanto con la voce, anche il corpo "parla" e un esperto sa decifrare bene i suoi messaggi. Alcune piccole accortezze possono aiutare: incrociare le braccia o accavallare le gambe tradiscono chiusura verso l'esterno, giocherellare con matite o penne e gesticolare troppo, sono segnali di scarso autocontrollo; lo sguardo deve essere concentrato sul selezionatore, non sul muro o sulle proprie mani.

Ecco una lista di consigli per evitare errori durante il colloquio:

1. Non arrivate all’appuntamento in ritardo, sudati o affannati.

2. Non vestitevi in modo sciatto.  Non importa quanto sia casual il codice di abbigliamento dell’azienda. Avendo come base una buona igiene personale – capelli puliti, doccia appena fatta, mani in ordine – scegliete abiti freschi di lavatrice e ben stirati. Non esagerate con il profumo e la lacca o il gel per capelli.

3. Siate concentrati sulla conversazione, ascoltate attentamente le domande e le istruzioni per compilare eventuali test attitudinali o di logica.

4. Prima dell’incontro, informatevi sull’azienda, studiate il sito e cercate articoli pubblicati di recente. Preparate un elenco di domande sulla società e sul ruolo per il quale vi proponete.

5. Mostrate di essere appassionati ed entusiasti, non sbadigliate, non guardate fuori dalla finestra, non toccatevi continuamente i capelli.

6. Non bloccatevi, rischiando di rispondere a monosillabi anche alle domande più semplici. Fate pratica, preparando a voce alta una conversazione tipica durante una selezione.

7. Evitate anche l’atteggiamento opposto, cioè prevaricare l’intervistatore con un monologo senza fine. Se avete una personalità dominante e tendete a parlare troppo, allenatevi ad ascoltare e a fare pause per far parlare l’interlocutore. Non divagare su argomenti che non sono legati al colloquio.

8. Non lasciate il telefono acceso.

9. Non siate arroganti. E’ giusto essere sicuri di sè, ma è necessario essere obiettivi riguardo ai propri punti forti e punti deboli. Non esagerate con la descrizione delle vostre  esperienze o skill.

10. Limitate i commenti sui vostri precedenti posti di lavoro. Evitate soprattutto le considerazioni negative perchè rischiate di sembrare contemporaneamente polemici, lagnosi e indiscreti.

11. Non fate subito le domande sbagliate: quanti giorni di vacanza sono previsti, come si può chiedere un  giorno di malattia oppure se si possono prendere permessi senza preavviso.

12. Non raccontate bugie. Modificare la realtà ad arte è pericoloso, soprattutto oggi perchè è molto facile recuperare le informazioni on line sulle passate esperienze, sul percorso di studi o sulle attività extra lavorative.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi