12°

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Musica: Laura Pausini trionfa ai Latin Grammy Awards

musica

Laura Pausini trionfa ai Latin Grammy Awards

Maneskin

Maneskin

MUSICA

Primo tour in Europa per i Maneskin. Ecco le date all'estero e in Italia

1commento

Birrifici in fiera a Sorbolo: ecco chi c'era - Foto

FESTE PGN

Birrifici in fiera a Sorbolo: ecco chi c'era Foto

Notiziepiùlette

Cucina di casa alla parmigiana con fantasia

CHICHIBIO

Trattoria Vigolante: cucina di casa alla parmigiana con fantasia

SPECIALE MONDO CASA

La rivoluzione della nuova legge regionale

I comuni hanno tre anni di tempo avviare il procedimento di approvazione del nuovo Piano urbanistico generale



La rivoluzione della nuova legge regionale

La nuova legge urbanistica regionale rappresenta una vera e propria rivoluzione rispetto al passato. Per esaminare le caratteristiche del testo di legge e calare i contenuti nel contesto locale, nei giorni scorsi al Campus si è svolto il convegno dal titolo “Disciplina regionale sulla tutela e l’uso del territorio”. La nuova legge è entrata in vigore il 1° gennaio 2018, data dalla quale i comuni hanno tre anni di tempo per avviare il procedimento di approvazione del nuovo Piano urbanistico generale (Pug), ed ulteriori due anni per completarlo, sostituendo gli attuali strumenti urbanistici.

La legge, approvata dopo un lungo iter procedurale, si concentra sulla tutela del territorio e dell’ambiente, sulla legalità, sulla trasparenza e la semplificazione, oltre a prevedere il taglio del 60% delle previsioni urbanistiche, la riduzione dall’11% al 3% della quota di espansione dei territori urbanizzati e 30 milioni di euro destinati alla riqualificazione del costruito. I lavori sono stati aperti da Susanna Dondi, presidente dell’Ordine degli Ingegneri.

“L’urbanistica – ha dichiarato - contempla la duplice funzione di sviluppo e tutela del territorio, aspetti che non sempre è facile far coesistere”. Con la nuova legge si apre la stagione dello sviluppo sostenibile e del consumo di suolo zero. “Gli ordini – ha sottolineato Susanna Dondi - sono stati al fianco della Regione nella verifica delle rispondenze della legge per le professioni e i territori. Il convegno ha rappresentato il momento della prova sul campo”.

Michele Alinovi, assessore all’Urbanistica ha parlato di legge “di buonsenso, che determina uno sviluppo sostenibile del territorio”. I lavori sono stati quindi coordinati da Gianluigi Capra, vicepresidente nazionale del Centro studi urbanistici. Giorgio Pruccoli, consigliere regionale, tra i relatori della legge urbanistica, ha illustrato le peculiarità della riforma.

In un video, Raffaele Donini, assessore regionale alla Programmazione territoriale, ha parlato degli obiettivi e delle finalità della nuova legge. Giovanni Pietro Santangelo, responsabile del Servizio giuridico della Regione, ha invece illustrato le innovazioni normative introdotte dalla legge regionale. Di seguito, si è svolta una tavola rotonda, coordinata da Fabio Ceci, promossa - in collaborazione con la Regione Emilia-Romagna – dagli ordini e collegi professionali regionali, dal comitato unitario delle professioni dell’Emilia Romagna, dagli ordini degli ingegneri, architetti, agronomi e dal collegio geometri della provincia di Parma.

IL TREND

Generazione Millennials all’assalto del mercato

A preferire la casa di proprietà piuttosto che l’affitto sono inaspettatamente i Millennials, ovvero quella generazione di giovani con un’età compresa fra i 18 e i 34 anni. Ad affermarlo è lo studio effettuato da un noto gruppo immobiliare, che ha analizzato i vari target d’acquisto e le preferenze di ciascuno.

Nonostante ai Millennials si associno i concetti di mobilità e flessibilità, dunque, questo sembra non coincidere con aspettative e desideri che i giovani che appartengono a questa generazione hanno in merito alla questione dell’abitazione. Dai dati forniti dal gruppo immobiliare, infatti, è evidente la crescita di chi compra: si è passati dal 52,1% del 2016 al 56,9% del 2017. Un aiuto importante, però, passa anche dai genitori: dalle interviste, infatti, è emerso come l’acquisto nella maggior parte dei casi sia possibile grazie ad un aiuto economico di mamma e papà.

 

L'AGENTE IMMOBILIARE

Prezioso professionista in tutte le transazioni

Il mercato immobiliare è in evoluzione e così anche i suoi interpreti. Oggi l’agente immobiliare non è solo un venditore, ma un alleato nella scelta dell’abitazione o dell’investimento. È per questo che affidarsi ad un professionista è la scelta migliore. Oggi questa figura ha l’importante ruolo di accompagnare l’acquirente in una compravendita sicura, sotto tutti i punti di vista. Si occupa in prima persona dei problemi che possono sorgere sul lato urbanistico, al catasto, o che riguardano gli impianti. Un sostegno non indifferente.