12°

20°

SPECIALE GIARDINI

Accessori per ogni esigenza: gli attrezzi giusti per un verde al top

Cesoie, palette, vanghe e rastrelli sono essenziali in primavera

I consigli per scegliere correttamente gli alberi e gli arbusti per il giardino
Ricevi gratis le news
0

Cesoie, palette, vanghe e rastrelli sono essenziali in primavera

Chiunque vanti il pollice verde sa che in giardino anche le cure più attente a volte non bastano: servono, infatti, anche gli attrezzi giusti. Solo così si potrà ottenere un giardino, un orto o un balcone curato nei minimi dettagli, con piante e fiori rigogliosi.

L’occorrente

L’accessorio più importante è senz’altro l’annaffiatoio: un buon modello, con una capacità adatta alla superficie che va bagnata, agevola infatti l’operazione di cura delle piante, che in estate dev’essere pressoché quotidiana.

Si può optare per un classico modello di plastica, oppure per uno in metallo: entrambi sono utilissimi anche in fase di concimazione, nel caso in cui si utilizzi un fertilizzante solubile o liquido.

Se poi la superficie da curare è molto ampia, si dovrà necessariamente dotarsi di tubi e sistemi d’irrigazione: oggi questi ultimi sono disponibili anche con un notevole livello di automazione, che permette di regolare l’innaffiamento in precisi orari della giornata.

Fra gli accessori “must have” per chi ha un giardino c’è senz’altro anche il rastrello, che aiuta a far respirare il prato, rimuovendo foglie e rami secchi. Impossibile, poi, non menzionare i classici kit da giardinaggio, utilissimi anche per chi cura le piante sul balcone o su un piccolo terrazzo: palette per fiori, vanghe e cesoie con blocco di sicurezza sono essenziali per compiere le più semplici operazioni del verde domestico, come rinvasi, potature, piantumazioni. È consigliabile, in particolare, sceglierli in acciaio inox e con un’apposita impugnatura ergonomica.

TECNOLOGIA

Gli irrigatori moderni possono essere impostati per innaffiare a orari prestabiliti, in tutta comodità

TOSAERBA: manuale, elettrico o termico, ecco come sceglierlo

Mantenere un prato, si sa, a volte può essere un compito che richiede molto tempo ed energie, specie se si tratta di ampie superfici. Per un tappeto erboso perfetto il miglior alleato è un buon tosaerba, ma come sceglierlo? Esistono diversi modelli, che si distinguono per funzionalità e prezzo. Fino a 200 metri quadri si può restare su un tosaerba manuale: sono richiesti un po’ di forza e di impegno fisico, ma è di certo la soluzione più economica. Se si tratta invece di superfici più ampie il consiglio è quello di acquistare un tosaerba elettrico o termico: il primo è ideale per spazi inferiori a 600 metri quadri, mentre la seconda varietà si rivela ottimale anche per superfici più ampie. I tosaerba termici sono disponibili con motore a due o quattro tempi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi