Sei in Spettacoli

Una risata per la vita

Gran successo a Corcagnano per la commedia "Il club delle donne contro" messo in scena da un gruppo di pazienti del Day Hospital oncologico grazie all'associazione Verso il sereno Onlus

25 marzo 2019, 23:10

Chiudi
PrevNext
1 di 33

Tutto esaurito domenica pomeriggio al teatro Magliani di Corcagnano per la replica del divertentissimo spettacolo «Il club delle donne contro»: un copione scritto ed interpretato dalle partecipanti al laboratorio di teatro «ridere insieme per vivere» coordinato dall’attrice Luisella Notari per l’associazione Verso il sereno Onlus, il gruppo di volontari che da oltre trent'anni opera nel reparto di oncologia e al day hospital oncologico dell’ospedale Maggiore di Parma proponendo a chi è in cura e ai loro famigliari servizi utili e occasioni di svago.

Sul palco, dirette da Franca Tragni, sono salite Loredana Baldacchino, Maddalena Barilli, Amelia Carfagnini, Rosanna Coruzzi, Rosalba Esposito, Gabriella Eugeni, Liliana Fariselli, Luisa Ferrari, Anna Guazzi, Gaia Lauria, Angela Marvisi, Luisella Notari, Marta Pioli, Carla Poletti, Mariella Salvini, Valeria Spocci, Agnese Traina e Francesca Valenti, che hanno dato vita ad una «battaglia» contro l’approvazione di una legge che avrebbe permesso ai mariti di «over 45» di avere un’amante «legalizzata». E tra improbabili corsi di seduzione, call center per aiutare a scoprire i tradimenti, e pedinamenti di politici, alla fine la «crociata» è stata vinta tra gli applausi calorosi del pubblico tra cui sedevano anche Massimo Fabi, direttore generale dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma, ed Ester Bottazzi, presidente di Verso il Sereno.

«Sono molto fiera di questo gruppo e molto felice di questa giornata: non ci aspettavamo che con una così bella giornata ci fosse il tutto esaurito» è stato il commento orgoglioso di Franca Tragni dopo la chiusura del sipario. Una soddisfazione condivisa con tutte le attrici che hanno voluto dedicare lo spettacolo ad Elide Pietrantoni, che con loro ha condiviso la fatica delle prove e gli applausi della «prima» al Magnani di Fidenza e che ha recentemente perso la sua battaglia contro la malattia. E ora si torna al lavoro: l’11 maggio si va in scena a Collecchio con un nuovo copione.