Sei in Spettacoli

spettacoli

Heather Parisi, compie 60 anni l'interprete di 'Disco bambina' e 'Cicale' - Video

25 gennaio 2020, 19:24

Gli anni dell’adolescenza in California, quelli della giovinezza in Italia e della maturità ad Hong Kong. Heather Parisi, 60 anni lunedì 27 gennaio, è una cittadina del mondo: artista, viaggiatrice e soprattutto madre (quattro i figli nati in tre relazioni). Nata ad Hollywood il 27 gennaio del 1960, figlia di un padre che rivedrà dopo 27 anni, scopre il ballo fin da giovanissima. A 15 anni studia danza a New York con l’American Ballet, ma è a 18 che il destino le disegna un avvenire tutto tricolore. Si trova in vacanza a Roma quando per un caso fortuito viene notata dal coreografo Franco Miseria, il quale ne intuisce il potenziale tanto da suggerirla al re dei talent scout di quell'epoca, Pippo Baudo. Ebbene sì, Heather Parisi compone il numeroso club formato da soubrette, ballerine e comici scoperti dal presentatore, diventando una scommessa vinta nella sua affollatissima fucina di star. A colpire Baudo non sono solo le sue doti artistiche ma anche il suo carattere frizzante, estroverso e determinato: rimane negli annali il racconto di un provino improvvisato su un tavolo di un dirigente Rai. Il 1979 è quindi l’anno del debutto in tv. 
 Gli anni '90 sono quelli del passaggio alle reti Fininvest e delle prime esperienze teatrali. Per due decenni si divide tra mamma Rai e le reti del Biscione, con un’altra breve incursione nel cinema: il regista Michael Hoffman le offre un piccolo ruolo in "Sogno di una notte di mezza estate" al fianco di stelle hollywoodiane come Michelle Pfeiffer, Kevin Kline, Rupert Everett. Da showgirl viene intanto promossa al rango di "commentatrice" in reality come il Grande Fratello, di giurata in Ballando con le stelle, o di esperta in talent come Amici. Tra i suoi ultimi impegni televisivi la conduzione in coppia con la sua rivale storica Lorella Cuccarini in una trasmissione Rai, Nemicamattissima, andata in onda il 2 e 3 dicembre del 2016. Nata da un’intenzione a metà tra lo spirito artistico e il proposito riconciliatorio, finirà invece per acuire le differenze (e le rispettive antipatie). Rivalità inaspritasi sui social, mutata in una contesa politica dopo la "svolta sovranista" della Cuccarini. Una disputa di recente combattuta a colpi di tweet: cinguettii lanciati in special modo dalla Parisi nel frattempo migrata ad Hong Kong. Città nella quale vive assieme al compagno, l’imprenditore Umberto Maria Azzolin. Il futuro di Heather Parisi sembra quindi lontano migliaia di chilometri dall’Italia e distante anni luce dalla tv. "Dopo che hai lavorato con Baudo e Celentano, dopo che hai ballato accompagnata da Miles Davis in studio con la sua tromba, dopo che i migliori coreografi ti hanno dedicato il loro genio, puoi solo fermarti" ha spiegato chiarendo in qualche modo il suo futuro. Ma Heather Parisi è imprevedibile. Il sabato sera televisivo un giorno, chissà, potrebbe riaverla come sua regina. (ITALPRESS).
 Baudo la vuole con sè a Luna Park; sarà lei a ballare sulle note della sigla scritta dai New Trolls. L’Italia si innamora fin da subito di quella americana bionda, minuta, dal sorriso larghissimo. Playboy le dedica delle copertine, Topolino le affida una rubrica, le trasmissioni televisive la invitano come ospite, i discografici le propongono di incidere dei singoli. E non a torto. La canzone "Disco bambina" conquista la prima posizione dei 45 giri più venduti, vendendo quasi un milione di copie. Enzo Trapani, genio e regista simbolo della Rai la vuole a Fantastico con Loretta Goggi e Beppe Grillo. La seconda edizione del programma la consacra, la sigla diventa un successo oltre ogni aspettativa: la sua "Cicale" ancora oggi, a distanza di quasi 40 anni, si balla e si canta a squarciagola nelle discoteche e nelle spiagge italiane. Per un lustro è la reginetta del sabato sera. Partecipa a tutte le edizioni di Fantastico fino al 1985, anno in cui viene sostituita dalla sua "nemicamatissima" Lorella Cuccarini. La sua carriera comunque non si ferma: altri show del sabato sera nei quali figurare, altre Domenica In in cui apparire, persino una partecipazione in un film divenuto cult, "Grandi Magazzini" diretto da Castellano e Pipolo.