Sei in Spettacoli

televisione

Rai3: la vita di Gadda dal museo Guatelli di Ozzano venerdì alle 15,20

26 marzo 2020, 12:43

Rai3: la vita di Gadda dal museo Guatelli di Ozzano venerdì alle 15,20

E’ uno dei massimi prosatori del Novecento italiano. La sua lingua è viscerale e precisa, ricchissima di termini colti, tecnici, dialettali, arcaici, popolari. Scrittore, poeta e ingegnere, Carlo Emilio Gadda ha partecipato alla Grande Guerra e la sua vicenda personale è strettamente legata alla sua opera letteraria. Un percorso che giunge a una precisa filosofia: l’attenzione maniacale e nevrotica nei confronti del disordine del mondo, delle infinite relazioni tra le cose, del caos, del gomitolo, di questo «barocco naturale» che è la vita in cui ciascun ente, dall’uomo al gorgonzola, finisce con l’essere inesorabilmente vittima e carnefice. Uno scrittore e un pensiero al centro di «I grandi della letteratura italiana» che Rai Cultura propone domani alle 15.20 su Rai3. 
A raccontarne la vita, insieme a Edoardo Camurri, i critici Marco Belpoliti, Giulio Ferroni e la scrittrice Daniela Ranieri. A fare da sfondo al programma, il museo Ettore Guatelli di Ozzano Taro, a Collecchio, in provincia di Parma: un luogo formidabile dove Ettore Guatelli, maestro elementare, collezionista visionario e intellettuale autodidatta, ha accumulato e ossessivamente disposto, in un lavoro durato tutta una vita, migliaia di oggetti della civiltà contadina. Visitare questa vertigine è un modo per penetrare dentro uno dei più grandi cervelli del secolo scorso, quello di Carlo Emilio Gadda.