Sei in Spettacoli

venerdì 17 luglio

Torna lo "Sfiga festival"... ma in versione digitale: maratona on line di 16 ore

15 luglio 2020, 11:08

Torna lo "Sfiga festival"... ma in versione digitale: maratona on line di 16 ore

"Inadeguati di tutto il mondo, unitevi! Accorrete a noi, genti! Portatevi in dono, con le vostre disavventure, disgrazie, infortuni, flop, figure di merda, sfighe transitorie, ammaccamenti perenni"... torna anche quest'anno lo Sfiga Festival, ma... con un evento-maratona di 16 ore in veste digitale.  Dalle 8 del mattino a mezzanotte di venerdì 17 luglio 2020, la pagina Facebook dell’evento pubblicherà video inviati da numerosi ospiti e accoglierà dirette con inadeguati e inadeguate da tutto il mondo. Come da breve tradizione (è solo il secondo anno di in-successo), saranno celebrate disavventure, disgrazie, infortuni, flop e freddure; sarà un tripudio energizzante di schiamazzi ed imbarazzi, look sbagliati, amori infranti, sfighe transitorie e ammaccamenti perenni. E poiché Sfiga Festival nasce come festa bucolica e benefica, anche l’edizione virtuale avrà un risvolto ecologico e sociale. La manifestazione sarà accompagnata da una raccolta fondi a favore del progetto Il Bosco del tempo - iniziativa dell’Associazione dei Comuni Virtuosi e del Festival della Lentezza - volta a recuperare aree verdi e restituirle all’uso pubblico sotto forma di bosco urbano, spazio di rigenerazione per l’ambiente e la comunità.

Durante la giornata di venerdì 17 luglio sarà inoltre possibile effettuare un pellegrinaggio al Podere Stuard per acquistare i gadget del festival allo Sfiga Shop. Tutti a offerta libera e generosa. Anche quest’anno la manifestazione sarà un’occasione per ridere e divertirsi insieme, per sdrammatizzare e riflettere. Sulla
sfiga e, soprattutto, sulla vita.
Perché il Podere Stuard? Il Podere Stuard è un’azienda agraria sperimentale che coltiva grani antichi: ogni giorno, con coraggio, porta avanti la scelta di conservare la biodiversità. 
Il programma dell’edizione 2020 è davvero ricco, solo per citare alcuni dei numerosi ospiti parteciperanno in diretta Lorenzo Baglioni con “Sfigacolita Mamita Rita Zan Zan”, Beniamino Sidoti con “C’era un’altra volta, mannaggia!”, Emanuela Bussolati e i Poveri Cristi.
Le adesioni al progetto in queste seconda edizione sono state tantissime, e nel corso della giornata si alterneranno decine di interventi, molti anche dedicati ai bambini. L’idea del Festival è nata un paio di anni fa dal sogno di creare un evento che accomuni le persone. E lei, LA SFIGA – volenti o nolenti, chi prima chi poi, chi apertamente chi in gran segreto - tocca tutti.

IL PROGRAMMA
Ore 8:00 ANNUNCIO DELLA SECONDA EDIZIONE DELLO SFIGA FESTIVAL

A cura del Signorino buongiorno Marchetto Orsomarco. 
• Presentazione: il perché e il percome di una festa dedicata alla spiga e alla sfiga.
• TGiramale - le ultime dalla notte.
• FantoMeteo - il fantomatico meteo fantozziano.
• oROSPOco

Ore 9:00 SOCIAL DA MORIRE. 
Considerazioni sulla morte al tempo dei social a cura del tanatologo Davide Sisto.

Ore 9:30 RESURREZIONE MUSCOLARE con la Pole.

Ore 10:00 OGNUNO HA LA SUA CROCE… ma è pur sempre necessario correre!

In diretta con gli organizzatori della Corsa dei Poveri Cristi di Matera, l’unico evento podistico senza agonismo ma con fardello. Poveri Cristi e Povere Criste, sfigati e sfigate di tutto il mondo, non potete mancare!

Ore 10:30 VINCENTI COME IL RAGIONIER UGO.
Mirko Leraghi e Andrea Saccon ci racconteranno in diretta impennate, cadute e curiosità della Coppa Fantozzi di Parma, la gara ciclistica amatoriale più sfigata che ci sia. Quest’anno è stata addirittura annullata: l’è tut dir!

Ore 11:00 • CHE SCONFITTA! Strategie per risollevare l’umore della squadra a cura del coach Alberto Raho.
• CEDACRI SV GIOCO PARMA. Gli atleti del sitting volley di Parma raccontano la vittoria più bella: uno sport inclusivo!

Ore 11:30 APRO E CHIUDO.
Piccolo laboratorio di Danza Creativa condotto dalla sociologa e danzaterapeuta Valentina Bugli. I partecipanti, in diretta su fb room, saranno invitati a muovere il corpo e la mente, stimolando il riconoscimento di emozioni, pensieri, sensazioni.

Ore 12:00  TROVI UN ALTRO (PIÙ BELLO) CHE PROBLEMI NON HA?
C’è un limite alla sfiga in amore? Elly lo spera. Nel frattempo ride sopra a ciò che è successo e attende il bello che verrà.
• GLI AMORI SFIGATI DI RAP. Goffaggini, equivoci, errori, gaffes e sfortune degli innamorati, immortalati nelle vignette di Chiara Rapaccini.

Ore 12:30 PIPPE AL SUGO. Tutorial di disastri culinari.

Ore 13:00 TGiramale – Tutto ciò che è andato storto finora.

• RUBRICA DI MODA – Fox’s Shoes Show
• SPECIALE ARTE - Nobili brutti. Ricchi e vestiti male: il colmo!
• SPECIALE VIAGGI: Tour domenicale al quartiere artigianale.
• RUBRICA MEDICINA 333 

Ore 13:30 UN POSTO ALL’OMBRA. La soap opera del Lungo Parma.

Ore 13:50 QUARANTENATI.

Diario di-segno di Gianluca Foglia Fogliazza. Un video sequenza di quel periodo là.

Ore 14:00 C’È CHI LA CHIAMA SFIGA.
Alcuni nascono con una sfiga tremenda, altri semplicemente ci inciampano, come nella loro stessa ombra. Tutto sommato… sono punti di vista. A cura di Francesca Romana Grasso.

Ore 14:30 TUTORIAL TIME: MAI PIÙ IMPEDITI!
• Come cucire una pezza.
• Istruzioni base per chi con i motori non ci sa fare, però sa guidare.
• Come evitare il botulino e conservarsi bene
• Fish Movie. Come catturare siluri
• Disinfestazione da blatte, topi e tutti quegli schifiltosi lì

Ore 14:45 OTTO PANZER SHOW – IL RITORNO.
Intervista pirotecnica al simpaticissimo clown che già lo scorso Sfiga Festival aveva intrattenuto il pubblico con le sue pazzesche avventure sceniche.

Ore 15:00 IL CESPUGLIO CERULEO con OKI, il tacchino infiammato, animato dall’illustratore Giuseppe Vitale. – Interventi dedicati ai bambini.

Ore 15:00 C’ERA UNA’ALTRA VOLTA, MANNAGGIA!

Beniamino Sidoti ci racconta, in diretta, il punto di vista del cattivo, attraverso una rilettura delle fiabe tradizionali.

Ore 15:30 TRE – ALTI E BASSI DI UNA FAMIGLIA.
Scena Madre, realtà artistica dedita alla ricerca teatrale e pedagogica, propone una performance di teatro contemporaneo tout public.

Ore 16:00 GIOCHI SEMPLICI: divertirsi con poco.
A cura dello sfigastaff.

Ore 16:30 IL GIRO DEL MONDO IN 80 ESPERIMENTI. 
Laboratorio in diretta su fb room a cura di Matteo Pompili, autore dell’omonimo libro. I giovani esploratori partiranno dall’Inghilterra e gireranno intorno al mondo, ascoltando voci, storie
e idee ingegnose. 

Ore 17:15 UNA GIORNATA NO.
Partendo dalla lettura del libro Una giornata no, di Charlotte Zolotow e Geneviève Godbout, edito da La Margherita, Emanuela Bussolati, in diretta su fb room, farà con i partecipanti qualche ragionamento pacifico.

Ore 18:00 UNA FIABA AL BOSCO DEL TEMPO.
Collegamento in diretta con Claudia Nizzoli in diretta da IL BOSCO DEL TEMPO di Colorno. 

Ore 18:30 SFIGHE DAI CAMPI.
A cura di podere Stuard e Alessandro Sichel.
SFIGATTI. Animali da tapiro.

Ore 18:45 FALSISSIMO.
Vyp watching con la Ila da Reggio.

Ore 19:00 LA SFIGA SOTTO SALE.
Piccola definizione poetica a cura di Claudia Fabbris.

Ore 19:15 BEVIAMOCI SU.  
A cura di Caterina Bonetti. Excursus sulla storia del bere e una ricetta speciale per combattere al bancone le sfighe quotidiane. Perché in estate è raccomandato tenersi ben idratati…

Ore 19:30 POTEVA ANDARE PEGGIO.
Alexis Paulinich ci accompagna in un blues tradizionale che vuole valorizzare la sfiga come una via di fuga da esperienze ancora più imbarazzanti o catastrofiche.

Ore 20:00 FIASCHI. STORIE DI INSUCCESSI SPETTACOLARI.
Perché un’idea geniale a volte non funziona? Incontro con Walter Fontana, Massimiliano Sossella e Michele Tranquillini, autori del format che analizza i fallimenti, i progetti per i quali si sono profusi intelligenza e passione e si sono rivelati flop.

Ore 20:30 DI ESSERE POVERE NON LO AVEVAMO MAI SAPUTO.
Isabella Labate, illustratrice dell’albo Tre in tutto (scritto da Davide Calì e pubblicato da Orecchio acerbo), ci racconta la storia vera dei “treni della felicità” che, tra il 1945 e il 1952 portarono circa settantamila bambini del sud Italia al nord, dove vennero accolti da famiglie di contadini, operai, impiegati che li salvarono da un destino di fame e povertà. Intervista a cura
dell’associazione culturale Un posto dove ci piove dentro.

Ore 21:00 PORTA SFIGA! CANZONI VITUPERATE DAI CANTAUTORI.
Il musicista e cantautore parmigiano Rocco Rosignoli si esibisce in un concerto – spettacolo, portando in scena un piccolo viaggio semiserio tra le perle sfigate della canzone d’autore italiana.

Ore 21:30 DUO BUCOLICO – CARRI ALLEGORICI NELLA NOTTE DELLO SFIGA FESTIVAL.
Si dice che siano fuorissimi; si definiscono antiestetici ma narcisisti. Li abbiamo chiamati perché ibuprofenici e Nilla Pizzici. Ascoltateli! E compriamogli i cd!

Ore 22:00 LORENZO BAGLIONI – SFIGACOLITA MAMITA RITA. ZAN ZAN ZAN.
Non è il Jova, non è Claudio e nemmeno Fragola. Ha cantato il Magnifico de’ Medici in fiorentino rappato, senza sbagliare un congiuntivo. Ha calcato il palcoscenico dell’Ariston e, con
la sua inconfondibile energia, si presenta, in diretta, su quello virtuale dello Sfiga Festival. Perché per le cause belle, Lorenzo, c’è.

Ore 22:30 MEMORY LANE & FRIENDS.
Videoconcerto bum bum style.

Ore 23:15 ECOSFIGHE NOTTURNE.
Nilna Shabnam Bonetti è un curatore e critico d’arte, social manager, imprenditrice e aspirante ecoterrorista per i diritti dell’ambiente. A cavallo tra le sue due vite, nel mezzo di un trasloco da cittadina a montanara, ha scritto E buio fu. L’abbiamo intervistata. E ci ha parlato di quanto è importante la libertà.
23:30 TGiramale – Saluti finali e riflessioni marzulliane. fest