Sei in Spettacoli

cinema

70 anni Verdone: "Non più maschere, ma attento ai tempi del mio tempo". Una valanga di auguri

17 novembre 2020, 15:39

70 anni Verdone: "Non più maschere, ma attento ai tempi del mio tempo". Una valanga di auguri

 Carlo Verdone nel giorno del suo settantesimo compleanno guarda avanti, senza, però, rinnegare il proprio passato. Personaggi come quelli di "Un sacco bello" o "Bianco, Rosso e Verdone" fanno parte del suo background, ma sono "Figli di quei tempi" dice a Rai News. "Adesso sono più attento ai temi e alle espressioni del tempo che stiamo vivendo. Oggi non potrei rifare le maschere di una volta, sarebbe complicato rifarlo. Rischierei di scendere nel ridicolo mettendomi delle parrucche in testa". Oggi è il caso "di raccontare con ironia la realtà che viviamo, anche se è molto faticoso perchè la realtà di oggi è molto complicata" dice Verdone che individua nella mitomania uno degli aspetti che può aiutarlo nel suo lavoro. "E' un fenomeno dilagante. Il mitomane porta nuova linfa all’autore e anche alla mia età è facile fare tante cose, Possiamo riderne e cercare di non seguirne l’esempio e rimanere un pò con i piedi per terra. La mitomania insieme alla megalomania sono aspetti tipici dei momenti che stiamo vivendo".. 

La chiusura delle sale cinematografiche per via della pandemia ha impedito l’uscita di "Si vive una volta sola", l’ultimo film del regista e attore romano che ha preferito non renderlo disponibile su una piattaforma on-line, fiducioso che presto sarà possibile tornare ad andare al cinema. "Con il produttore abbiamo deciso che la cosa migliore era resistere e cercare di non mortificare la sala. Vogliamo dare questo film alla sala cinematorgrafica appena i numeri ce lo consentiranno e se così non fosse lo metteremo sua una piattaforma" rivela. "La sala è un centro di aggregazione e condivisione grandissimo e quando questo momento brutto passerà torneremo ad affollare i cinema, perchè abbiamo bisogno di aggregazione anche se nel silenzio e nel buio di una sala cinematrografica". 


Protagonisti di "Si vive una volta sola" sono un gruppo di medici, anche se un pò scapestrati. Quei medici che insieme a tutti gli altri operatori sanitari sono stati i protagonisti in positivo di questa lunga pandemia. "Io dò retta agli scienziati che ci danno le direttive - dice -. Sono molto disciplinato e non mi azzardo a dare consigli ad altri, perchè sappiamo che il Covid ti può prendere in maniera leggera ma anche in modo molto pesante". Il lockdown con la forzata permanenza in casa il 70enne regista l’ha vissuto comunque in maniera positiva e proficua. "Ho scritto un libro, dieci puntate di una serie televisiva e la sceneggiatura del mio prossimo film: ho cercato di essere utile a me stesso ma anche al mio produttore" conclude Carlo Verdone. 

Gli auguri di Mattarella

 Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha telefonato questa mattina a Carlo Verdone per fargli gli auguri per il 70/mo compleanno. Nel corso della telefonata il presidente Mattarella ha ringraziato Verdone per quanto ha donato in quasi cinquant'anni di carriera all’arte cinematografica e agli italiani. Lo rende noto il Quirinale. 

Gli auguri di Roma

«Buon compleanno a Carlo Verdone che oggi compie 70 anni. Grande interprete della romanità, ha regalato al cinema italiano e al suo pubblico personaggi indimenticabili. Da parte di tutta la città, la sua Roma, tanti auguri». Così la sindaca di Roma Virginia Raggi, in un tweet.

Gli auguri... della Roma

Anche la Roma si unisce al coro degli auguri nel giorno del 70esimo compleanno di Carlo Verdone, attore e regista da sempre fedelissimo dei colori giallorossi. "Buon compleanno", scrive il club capitolino su Instagram, un augurio seguito da due cuori, uno giallo e uno rosso. "Genio e istrione romanista", viene poi definito in un articolo celebrativo sul sito della società dei Friedkin. "Uno degli attori che più di altri è riuscito a entrare nell’immaginario della città di Roma, cogliendo fragilità, tic e comportamenti dei suoi cittadini, portandoli sul grande schermo", si legge ancora di Verdone, "ormai riconosciuto come uno dei padri della commedia all’italiana". 

Gli auguri della Polizia

Le sue interpretazioni ci hanno fatto ridere, emozionare ma anche riflettere. Indimenticabile nel ruolo del commissario Vinciguerra, un poliziotto dal grande cuore pronto ad aiutare un bimbo e la sua giovane madre». Lo scrive la Polizia in un post su Facebook facendo gli auguri di buon compleanno a Carlo Verdone per i suoi 70 anni.