Sei in Spettacoli

iniziativa online

Il teatro resiste con una maratona lunga 24 ore

19 febbraio 2021, 09:40

Il teatro resiste con una maratona lunga 24 ore

Si intitolerà, non a caso, «r.Esisto - 24 ore in streaming contro l'indifferenza» la “non stop” teatrale in diretta da Parma Capitale Italiana della Cultura 2021.


IL 6 E 7 MARZO
Da sabato 6 marzo alle ore 20  fino alla stessa ora di domenica 7 marzo (dunque ponendosi come “alternativa” alla serata finale di Sanremo, proprio il 6 marzo), verrà trasmessa, in diretta streaming da Parma, la maratona che coinvolgerà oltre 30 artiste a artisti, tra protagonisti della scena parmigiana e ospiti del panorama nazionale. Saranno infatti più di 30 le artiste e gli artisti chiamati a partecipare alla “non stop” che verrà trasmessa in diretta streaming dagli studi della web tv on demand Qubìtv di Parma.  L'evento è voluto e organizzato dal Teatro del Cerchio e sostenuto da Comune di Parma, Parma Capitale Italiana della Cultura 2020+21 e Sinapsi Group, a cui parteciperanno, mettendo a disposizione alcuni dei loro interpreti, anche le maggiori realtà teatrali della città, partendo dal Regio e dal Due. Spiega una nota diffusa dal Comune: «La portata del progetto assume una forte carica simbolica e proprio nella riaffermazione artistica e lavorativa di una presenza teatrale coesa e organica. L’azione, ideata da Mario Mascitelli, direttore artistico del Teatro del Cerchio, apre infatti a una straordinaria occasione d’incontro fra diversi soggetti operanti nello spettacolo dal vivo, allo scopo di riaccendere l’attenzione generale sulla “resistenza” tenacemente condotta in questo momento storico dal comparto culturale, nella fattispecie teatrale». Il cast artistico è in via di definizione.


CAST IN DEFINIZIONE 
Sarà composto principalmente da attori e attrici parmigiani, proprio per rilanciare il ruolo centrale più rappresentativo di Parma quale Capitale della Cultura Italiana in carica, e da un parterre di “ospiti” della scena teatrale italiana che in questo periodo sono impegnati e attivi su progetti e azioni di “resistenza” culturale. «Per consentire agli interpreti di recuperare una “normalità” nel riconoscimento del proprio valore professionale - spiega la nota - il Teatro del Cerchio offrirà loro un contratto lavorativo di un giorno quale gesto simbolico a sostegno del settore, fermo restando che la durata di ciascuna performance non sarà superiore ai 45 minuti». 
Il Teatro del Cerchio si impegna a garantire lo svolgimento dell’evento nel pieno rispetto di tutti i protocolli di sicurezza anti-contagio e delle normative espresse dal Dpcm vigente in materia di audiovisivo. Nei prossimi giorni verrà reso noto il programma dettagliato della maratona.  r.s.