Sei in Spettacoli

CINEMA

L'Italia sogna l'Oscar con Laura Pausini e "Pinocchio" di Garrone

24 aprile 2021, 12:23

L'Italia sogna l'Oscar con Laura Pausini e "Pinocchio" di Garrone

Mancano poche ore alla Notte degli Oscar 2021, la 93esima edizione infatti si terrà domenica 25 aprile dislocata su varie location oltre al classico Dolby Theatre di Los Angeles. Coinvolti anche la Union Station di L.A. e addirittura collegamenti con Londra, Parigi e chissà che non venga toccata anche la nostra Roma. Come sappiamo l’Italia è uscita dalla cinquina per il miglior film straniero e la sezione documentari e il nostro prescelto, Gianfranco Rosi con Notturno, non potrà rappresentarci agli Oscar ma il nostro paese si giocherà bene le sue carte comunque grazie a ben 2 candidature guadagnate per Pinocchio di Matteo Garrone: i Costumi di Massimo Cantini Parrini e il Trucco di Mark Coulier, Dalia Colli e Francesco Pegoretti. E sempre per le nomination nostrane, a dare "voce" all’Italia in presenza agli Oscar sarà un’altra nominata del nostro paese, la fresca di Golden Globe Laura Pausini che con il brano dalla colonna sonora di La Vita davanti a Sè di Edoardo Ponti, Io Sì (Seen) aspira alla statuetta e sarà tra i cantanti invitati ad una performance live alla cerimonia.

Doppio onore e doppio entusiasmo quindi per la nostra Laura che, pur essendo abituata a riempire auditorium, stadi e platee immense in giro per il mondo, pensa con emozione incredibile all’occasione Oscar, forse irripetibile. In un’intervista esclusiva a Vanity Fair la cantante ha detto: "Se perdo mi sentirò ugualmente vincitrice perchè, diciamocelo, ma chi l’avrebbe detto che sarei arrivata fino a qui! Nella vita ho imparato a essere riconoscente perchè sono stata davvero privilegiata. Se vinco allora mi alzo, urlo, spero di non dire parolacce mentre mi scoppierà sicuramente il cuore. Però la cosa che più di tutte vorrò fare è tornare in Italia per stringere tra le braccia mia figlia. Forte. Anzi no, fortissimo". Laura Pausini farà parte di un pre-show di 90 minuti a cui l’Academy ha dato il titolo di 'Oscar: into the spotlight' che precede l’effettiva cerimonia di premiazione e che vedrà le performance della nostra Laura e di altri artisti candidati alla miglior canzone tra cui H.E.R., Celeste, Leslie Odom, Jr. e Molly Sandèn. Su La Stampa Laura Pausini ha anche dedicato un ringraziamento a Sofia Loren, protagonista di La vita Davanti a sè, per cui la cantante è candidata: "E' stata lei a volermi, è stata lei a scegliermi per interpretare la sua voce, per questo le sarò grata tutta la vita". Tornando a Pinocchio di Matteo Garrone, anche nelle fila della produzione del film c'è grande orgoglio e trepidante attesa per la notte tra il 25 e il 26 aprile.

In occasione della presentazione del New Cut di Gomorra qualche settimana fa, Matteo Garrone ha risposto a chi chiedeva se era dispiaciuto che gli fosse stato preferito Rosi nella corsa all’Oscar per il miglior film straniero, virando sulla soddisfazione per le nomination ai suoi compagni di squadra: "l'ultima cosa che mi metterei a fare in un un momento così complesso è fare una polemica sul perchè non hanno mandato Pinocchio agli Oscar come film italiano ma posso dirvi che riuscire ad avere due nomination agli Oscar con un film italiano indipendente senza nessuna piattaforma dietro o major è qualcosa di veramente unico e credo che bisogna andare indietro di 50 anni per ritrovare un film italiano indipendente che è riuscito in questo risultato". Dei suoi colleghi poi Garrone ha detto: "Mi godo questa soddisfazione, me la godo insieme ai miei compagni di lavoro e soprattutto sono felicissimo per Massimo e per tutto il reparto del make-up Francesco, Dalia e Mark. Come vada vada è bello essere lì la sera del 25 con un nostro film".