Sei in Spettacoli

usa

Britney Spears: "Voglio far causa a mio padre"

15 luglio 2021, 10:22

Britney Spears: "Voglio far causa a mio padre"

Visibilmente emozionata e forte di un nuovo avvocato, Britney Spears è tornata a parlare alla corte annunciando l’intenzione di far causa al padre Jamie per il suo ruolo «abusivo» nella custodia legale che da 13 anni l’ha resa incapace di vivere una vita autonoma: «Vorrei portare in corte mio padre per abusi nella tutela», ha detto la popstar parlando per telefono alla corte, a volte interrotta dalle lacrime: «Voglio denunciare mio padre oggi. Voglio un’inchiesta su mio padre». 
E sempre rivolgendosi alla giudice Brenda Penny che sta esaminando il caso, Britney ha detto di aver avuto spesso paura che i suoi tutori stessero cercando di ucciderla: «Se questo non è abuso, non so cos'altro possa esserlo». 
La Spears ha poi detto alla corte di non voler essere sottoposta a nuovi esami psichiatrici nel corso del processo legale per rimuovere il padre dal ruolo di custode, affermando di soffrire da «gravi traumi da abbandono». 
 

 Il nuovo avvocato di Britney Spears ha chiesto al padre della cantante, di farsi volontariamente da parte. «E' nel migliore interesse della mia cliente», ha detto Mathew Rosengart che da ieri rappresenta la pop-star. 
L’avvocato ha preso il posto di Samuel Ingham, che aveva rappresentato Britney dal 2008 e che, secondo recentissime inchieste del New Yorker e del New York Times, era stato più spesso che no dalla parte di Jamie Spears. Ingham stesso aveva chiesto di essere esonerato dall’incarico dopo esser stato messo in piazza dai media. 
«Jamie Spears deve essere rimosso come tutore: ci muoveremo rapidamente e aggressivamente per la sua rimozione. La domanda è, perchè è coinvolto? Dovrebbe rinunciare volontariamente perchè questo è nel miglior interesse della mia cliente».