Sei in Spettacoli

rassegna estiva

«Storie prodigiose»: musica e sperimentazione al Labirinto

28 luglio 2021, 10:00

«Storie prodigiose»: musica e sperimentazione al Labirinto

Nei lunedì di agosto il Labirinto della Masone propone «Storie prodigiose», una rassegna estiva composta da quattro concerti, con artisti italiani e stranieri diversi tra loro, ma accomunati dall’attitudine a valicare i confini tra generi musicali e a creare progetti musicali inediti e sperimentali.
Ad aprire la rassegna, il prossimo lunedì, sarà Valeria Sturba, polistrumentista, cantante e compositrice, con orizzonti musicali che spaziano alla canzone d’autore al rock al jazz, dal tango all’improvvisazione libera, sempre innervati da tensioni minimaliste. 

Nel suo set al Labirinto, la polistrumentista pizzicherà corde, spingerà pulsanti e girerà manopole, aggiungerà e moltiplicherà suoni, creando piccoli mondi paralleli, in cui voci soavi si confondono con i theremin, canzoni dolci malinconiche sprofondano in abissi di noise.

Lunedì 9 agosto sarà invece la volta di Tersø, progetto musicale nato dall’incontro di Marta Moretti con il producer Alessandro Renzetti, caratterizzata dall’unione di sonorità elettroniche, testi in italiano e sample vocali. Nel concerto proporranno un compendio di quotidianità indie e monoliti elettronici, con brani che raccontano storie non necessariamente grandiose, ma quotidiane, vere, in cui la semplicità è eletta a filo portante dell’opera
La rassegna salterà la settimana di Ferragosto per proseguire il 23 agosto, con il live di Scott&Lila, proposto in collaborazione con Squinterno Festival.
 I due musicisti porteranno in scena la loro esperienza da buskers, che ne ha caratterizzato gli esordi, e proporrà una fusione di indie, blues, jazz e folk con un tocco di freschezza e modernità, eseguendo i loro brani originali con armonie vocali sinergiche, accompagnati da chitarra e ukulele.
Il calendario della rassegna si chiuderà, lunedì 30 agosto, con il concerto dell’ensemble Esecutori di metallo su carta, progetto musicale di Enrico Gabrielli, Sebastiano de Gennaro, Damiano Afrifa, Luisa Santacesarea, che ripropone per intero il curioso progetto del 1976 di Mort Garson, Mother Earth’s Plantasia, un lavoro sonoro specifico per «la crescita delle piante», un trionfo di sintetizzatori al confine tra exotica, easy listening, lounge, space-pop, library music ed elettronica di ricerca, arricchito dalle proiezioni del live drawing di Pietro Puccio.

Gli appuntamenti si svolgeranno nella grande e suggestiva piazza posta nel cuore del dedalo di bambù, dove gli spettatori, all’ombra della piramide e circondati dai porticati, potranno immergersi nell’atmosfera unica e senza tempo che permea il labirinto.

La rassegna è organizzata in collaborazione con l’associazione Ufficio Incredibile, il biglietto per ciascun incontro ha il costo di 10 euro e consente anche l’accesso al labirinto di bambù.

I posti sono limitati perciò è vivamente consigliato l’acquisto del biglietto prima di ciascun evento su https://shop.francomariaricci.com o alla biglietteria del Labirinto della Masone negli orari di apertura.
r. s.