×
×
☰ MENU

«La musica e l’arte cura per la nostra anima»

«La musica e l’arte cura per la nostra anima»

di Lucia Brighenti

20 Agosto 2021,10:33

In tournée con «A new beginning.  Il suono dopo il silenzio» 

In principio era il suono... È all’insegna di un nuovo inizio fondato sulla musica, il concerto che Roberta Di Mario, pianista e compositrice parmigiana, sta portando in tournée in Italia e che, mercoledì 25 agosto alle 21.30, toccherà la provincia di Parma. «A new beginning – Il suono dopo il silenzio» andrà in scena nel Chiostro del Collegio dei Nobili di Fontevivo, nell’ambito di «Musica in Castello», rassegna organizzata dall’associazione Piccola Orchestra Italiana. In scena solo lei e il suo pianoforte, compagno di una vita, per uno spettacolo che ha la drammaturgia di Roberta di Mario e Cinzia Spanò, e la regia di Cinzia Spanò.

Di Mario ci racconta questo e altri interessanti progetti: «Il concerto s’intitola “A new beginning” perché rappresenta il ricominciare dopo un momento di paura e di vita sospesa. In questi ultimi due anni abbiamo capito che senza arte il nostro spirito è meno nutrito, che la musica e l’arte possono essere il vero vaccino. Spero con il mio pianoforte di poter far sconfinare il pubblico verso una dimensione in cui la bellezza vince sul male».

 Che musica suonerà e qual è il filo conduttore della drammaturgia?
«Si tratta di uno spettacolo musico-teatrale, in cui parole e musica si intrecciano. Il suono è il fil rouge: come diceva Ennio Morricone, noi siamo suono. Basta ascoltare le vibrazioni per capire che siamo parte di un tutto. Suonerò mie composizioni, tratte soprattutto da “Disarm”, il mio ultimo album. Le mie radici però affondano nella musica classica, quindi proporrò anche fantasie che attingono a Bach, Mozart, Chopin... Si parlerà anche di donne (un tema particolarmente attuale oggi, mentre arrivano notizie terribili dall’Afghanistan) con il brano “Leda and the Swan” ispirato al mito di Leda, regina di Sparta, sedotta da Zeus».

 Il tema della condizione femminile è alla base anche del Festival «We», di cui lei è direttrice artistica...
«Sono stata chiamata a seguire il profilo artistico della prima edizione del “Women’s Equality Festival”, che si terrà a fine ottobre nel Teatro Apollo di Lecce. Ho coinvolto artisti molto sensibili alla tematica della parità di genere: l’Orchestra Sinfonica di Lecce e del Salento diretta da Gianna Fratta, Tosca, l’attore Alessio Boni, il violinista Alessandro Quarta, i ballerini della Scala... Parteciperanno poi le istituzioni (il ministro per le pari opportunità, e il ministro del lavoro), e si racconteranno storie di donne»

 Altri progetti?
«In settembre suonerò per “Il Verde e il Blu Festival” di Milano, dove porto lo spettacolo “Connessioni”: saremo inseriti in tre giorni di dibattiti su innovazione, sostenibilità e futuro del pianeta».

L’ingresso al concerto è gratuito, con prenotazione obbligatoria a questo link: https://musicaincastello.prenotime.it. Info: 348.1234317; www.musicaincastello.it.
 
 

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI