×
×
☰ MENU

Per l'Hospice: Note a fin di bene sotto l'albero di violini

Per l'Hospice:   Note a fin di bene sotto l'albero di violini

di Lucia Brighenti

20 Dicembre 2020,04:52

Intenso e corale il concerto voluto dagli  Amici delle Piccole Figlie. Da rivedere il 27 su 12 Tv Parma
 

Un albero di Natale fatto da 100 violini dei maestri liutai cremonesi e sotto di esso, come tanti doni, le musiche di Verdi, Puccini, Bellini, Rossini, Saint-Saens, Gardel... Si è tenuta ieri pomeriggio, in diretta streaming, la terza edizione del «Concerto sotto l’Albero», promosso da Amici delle Piccole Figlie Onlus, trasmesso dall’Auditorium del Carmine di Parma. 


Un evento pensato per raccogliere fondi a favore dell’Hospice Piccole figlie, che si potrà rivedere anche su 12Tv Parma, domenica 27 dicembre alle 21. L’intensità di Anna Maria Chiuri, interprete della seduzione di Dalila in «Mon coeur s’ouvre à ta voix», dal «Samson et Dalila» di Camille Saint-Saens, e della suadente ninna nanna «Summertime» di George Gershwin, ha introdotto nel pieno del clima di un concerto lirico (presentato da Paolo Zoppi), che si è spinto talora in territori confinanti. Un inedito Fabio Armiliato si è infatti cimentato con il tango «Por una cabeza» di Carlos Gardel, per poi affrontare il ruolo di Otello e, con la Chiuri, il conflittuale duetto tra Amneris e Radames. Terza interprete Renata Campanella, che ha saputo dare voce a ruoli molto diversi, come la temibile Lady Macbeth, con «Ambizioso spirto, tu sei... vieni, t’affretta!», Norma con «Casta diva», Tosca con «Vissi d’arte».
 I tre solisti sono stati accompagnati al pianoforte dal maestro Andrea Chinaglia, che ha suonato anche alcuni brani solistici e in duo con il violoncellista Luca Franzetti. Ha preso parte al concerto anche il violinista Matteo Fedeli, che ha suonato un Amati seicentesco. «A nome della congregazione che rappresento – ha detto suor Alfonsina Mazzi, madre generale delle Piccole Figlie – voglio dire un grande grazie a Enrica Valla che ha fortemente voluto questo evento. Dedico un pensiero di vicinanza a tutti i malati dell’Hospice e degli ospedali, in questo tempo di grande sofferenza, e un pensiero di riconoscenza per tutti coloro che quotidianamente si adoperano per alleviare le sofferenze del corpo e dello spirito». «Abbiamo voluto mantenere questa tradizione, a maggior ragione quest’anno in cui c’è bisogno di un po’ di ristoro – ha aggiunto Enrica Valla, presidente dell’Associazione Amici delle Piccole Figlie Onlus. – Per ragioni sanitarie, la nostra associazione non ha potuto essere presente nell’Hospice da marzo, ma abbiamo cercato di supplire donando alcuni tablet, in modo che i pazienti potessero incontrare amici e parenti almeno virtualmente». 


Il «Concerto sotto l’Albero» è stato patrocinato da Comune di Parma, Federazione Cure Palliative e Lions Club Maria Luigia Parma, con il sostegno di Areaitalia, Bombé, Conad, Ferri System, Mhs, Movimento della gentilezza, Opem, Parmacotto, Promoservice Parma, Salvatore Robuschi Pompe, RPSantini, Smeg. Sponsor tecnici Bia Home & Garden, Atelier Ericblot.

© Riproduzione riservata

Commenta la notizia

Comment

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 1000

commenti 0

CRONACA DI PARMA

GUSTO

GOSSIP

ANIMALI