Sei in Cultura

«Parma Illustrata» è anche una mostra Chi c'era

10 dicembre 2017, 12:35

Chiudi
PrevNext
1 di 34

Sono come fuochi d’artificio in movimento questi tre parmigiani. Margherita Portelli, Andrea Del Bue ed Enrico Gotti lo hanno dimostrato in poco più di un anno con il grande progetto di Parma Illustrata, e la mostra inaugurata nel pomeriggio di ieri ne è stata l’ultima conferma.
Ad accogliere questi tre parmigiani e le loro idee buone come il pane quando è caldo, l’Antica Farmacia San Filippo Neri di vicolo San Tiburzio. C’è tutto quello che è stato fino ad ora Parma Illustrata con il suo calendario. Un fiorire di cose semplici, come amano sottolineare loro «perché infondo tutte le illustrazioni che abbiamo progettato non sono altro che quelle cose che tutti i parmigiani conoscono, e che ogni volta che gli ritornano in testa trasformano il tutto con un bel sorriso».
Storia e tradizioni
«Sono la storia, le tradizioni, i personaggi, gli aneddoti e i modi di dire – spiegano i tre parmigiani – come i grilli del Parco Ducale, gli anolini a Natale, Giuseppe Verdi in versione Superman, ma anche il “metallaro errante”, la nebbia di Parma e i panini più buoni della città».
Accanto a queste illustrazioni che sono tratte dal calendario dello scorso anno, e da quello in edicola per il 2018, è nata l’idea di «Remaka Parma».
Cosa è? Un’idea geniale: «ci siamo chiesti, anche se in realtà è Enrico il vero appassionato di illustrazioni digitali, come sarebbero stati i poster di tanti film famosi, se fossero stati girati a Parma. E così sono nate queste illustrazioni, e questa mostra dentro alla mostra. Il sovrappasso pedonale di via Emilia Est diventa così 2001 Odissea nello Spazio, mentre Tino Asprilla non può che essere Genio Ribelle, e così via per tanti altri film che hanno fatto anche la nostra storia».
Creatività parmigiana
«Parma Illustrata è simbolo della creatività parmigiana – spiega Camilla Mineo, responsabile dell’Antica Farmacia San Filippo Neri – per questo non possiamo che essere contenti di accoglierli per tutto il mese di dicembre in questo fantastico spazio. Valorizzare i simboli e la vita dei parmigiani è un qualcosa a cui noi siamo legati. Le illustrazioni sono in vendita presso la Farmacia, potrebbe essere una splendida idea per i regali di Natale».
Il ritorno di Benassi
Accanto a questa mostra nella serata di ieri, il grande ritorno sul palco di Antonio Benassi, che ha come sempre dato il meglio di se con qualche brano tratto dall’ultimissimo album “Putòst che stär in ca”. Quando è possibile vedere la mostra? Fino alla fine dell’anno su prenotazione, o ovviamente durante gli eventi dell’Antica Farmacia San Filippo Neri. Il calendario di Parma Illustrata invece è in tutte le edicole, e se qualcuno non ce l’ha è ancora in tempo per prenderlo, o i cappelletti a capodanno gli si apriranno nel brodo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA