Sei in Cultura

MOSTRE

Esplorazione multimediale dell'impronta umana sulla Terra

15 giugno 2019, 17:20

Chiudi
PrevNext
1 di 3

A Bologna continua fino al 22 settembre la mostra «Anthropocene», a cura di Sophie Hackett, Andrea Kunard e Urs Sthael. 
Per la prima volta in Italia, la mostra propone un’esplorazione multimediale dell’impronta umana sulla terra, con le  straordinarie immagini di Edward Burtynsky, i filmati di Jennifer Baichwal e Nicholas de Pencier e le esperienze immersive di realtà aumentata.
Il progetto Anthropocene documenta l’indelebile impronta umana sulla terra: dalle barriere frangiflutti edificate sul 60% delle coste cinesi alle ciclopiche macchine costruite in Germania, dalle psichedeliche miniere di potassio nei monti Urali in Russia alla devastazione della Grande barriera corallina australiana, dalle surreali vasche di evaporazione del litio nel Deserto di Atacama alle cave di marmo di Carrara e ad una delle più grandi discariche del mondo a Dandora, in Kenya.
Informazioni utili:
MAST, via Speranza 42 - Bologna
www.mast.org
Ingresso gratuito
Orari di apertura: da martedì  a domenica, dalle 10 alle 19