Sei in Cultura

blog

Il bugiardino dei libri di Marilù Oliva - La modella di Klimt

05 febbraio 2021, 10:19

Il bugiardino dei libri di Marilù Oliva - La modella di Klimt

TITOLO: "La modella di Klimt"

SOTTOTITOLO: "La vera storia del capolavoro ritrovato"

AUTORE: Gabriele Dadati

EDITORE: Baldini+Castoldi

ANNO: 2020

 

Composizione ed eccipienti:

Il romanzo parte da un tempo presente narrato in prima persona dall’autore, curatore della mostra dedicata all’ex direttore della Galleria d’arte moderna Ricci Oddi, Stefano Fugazza, spentosi dieci anni prima. Manca poco all’inaugurazione, quando scoppia un caso che suscita la curiosità di tutto il mondo: viene ritrovato il Ritratto di signora di Gustav Klimt, rubato più di vent’anni prima.

Sono diversi i misteri che ruotano attorno a questo suggestivo dipinto, non ultimo il fatto che fosse stato rifatto due volte, la seconda leggermente modificato. Chi è Fridolin Schneider? Chi rubò il quadro di Klimt, Ritratto di signora? La stessa persona che poi lo restituì o un’altra?

Alla prima voce se ne alterna una in terza persona, che narra vicende ambientate in un primo Novecento denso di atmosfere, con brevi pennellate storiche sullo sfondo e con il grande artista in primo piano, disvelato un po’ alla volta dal talento dell’autore. La scrittura procede tra armonia e colori, come un quadro dove ogni dettaglio è stato studiato, intessendo una trama che dal passato giunge ai giorni nostri per svelare tutti gli arcani.

 

Indicazioni terapeutiche. Questo libro cura:

- Chi pensa che l’arte sia solo un piacevole passatempo secondario.

- Chi ha bisogno di provare un sentimento d’accoglienza.

- Chi sente di muoversi indifeso in un mondo di lupi.

- Chi soffre di fibrillazione, come la sorella di Klimt

- Chi è affetto da affanno per lunga custodia di segreti.

 

Controindicazioni:

Falsari e devoti delle imitazioni avvertiranno un senso di vertigine.

 

Posologia, da leggersi preferibilmente:

Fingendo di essere dentro un atelier, magari con un gatto accovacciato al nostro fianco.

 

Effetti indesiderati:

Vi verrà una voglia irrefrenabile di ricominciare a frequentare i musei e le gallerie d’arte.

 

Avvertenze:

Conservare di fianco a “L’ultima notte di Antonio Canova” e “Nella pietra e nel sangue”, del medesimo autore.

 

Pillole:

1. «Nella notte erano scesi dal cielo fiocchi candidi. Non solo conoscevo l’amore di Stefano per quel tipo di fenomeno meteorologico, ma la prima opera che accoglieva i visitator in mostra eraun dipinto di Mario Bettinelli databile all’inizio degli anni Quarata, in cui si vedeva uno scorcio di paesaggio montuoso innevato».

2. «C’era infatti nel modo di essere di quell’uomo (Klimt,ndr) qualcosa di animale, che lo portava a vestire il suo comodo caffetano e nient’altro, a lasciare che i fogli cadessero a terra, a non preoccuparsi di niente che non fosse dettato dall’istinto del momento. Forse anche per questo non era sposato?».

3. «Il cuore di Klimt era diviso tra tanti affetti e ogni donna che si aggiungeva, compresa tua madre, rendeva le porzioni più piccole. Mentre l’avrei voluto tenere tutto per me».

L’autore: Gabriele Dadati (Piacenza, 1982) ha pubblicato vari libri, tra cui “Sorvegliato dai fantasmi” (2008), finalista come Libro dell’anno per Fahrenheit di Radio 3 Rai, e “Piccolo testamento” (2011), presentato al Premio Strega l’anno seguente. Nel 2009 ha rappresentato l’Italia nel progetto «Scritture Giovani» del Festivaletteratura di Mantova.

Il Bugiardino è una farmacia virtuale dove i libri vengono trattati come preziosi rimedi per i nostri mali. Ideato e curato da Marilù Oliva.

Marilù Oliva vive a Bologna, dove scrive e insegna lettere alle superiori.

Da poco è uscita per Solferino “Biancaneve nel Novecento”, un romanzo storico narrato attraverso le voci di una bambina negli anni Ottanta e di una ragazza costretta a prostituirsi nel bordello di Buchenwald, negli anni Quaranta.

Nel 2020 la sua riscrittura dell’Odissea. “L’Odissea raccontata da Circe, Penelope, Calipso e le altre”, venduta in Turchia, Romania e Grecia, è divenuto un long seller.

Ha pubblicato con HarperCollins il thriller "Le spose sepolte" e “Musica sull’Abisso”

Per Zanichelli ha co-curato l’antologia “I Promessi Sposi” (2019)

Con Elliot è uscita la Trilogia della Guerrera, seguita, nel 2015, dalla Trilogia del Tempo, di cui Questo libro non esiste (2016) ha vinto il Premio Scerbanenco dei Lettori. I suoi romanzi sono di ambientazione noir, con uno sguardo particolare verso alcuni aspetti sociali e verso quelle persone che l'autrice definisce "categorie non protette" (precari, anziani, folli, disillusi e sognatori) e con un procedimento investigativo attento, che però resta in secondo piano rispetto all'indagine umana. Da sempre si occupa di questioni di genere e di attualità. Ha curato due antologie patrocinate da Telefono Rosa: Nessuna più – 40 autori contro il femminicidio (2013) e Il mestiere più antico del mondo? (novembre 2016), progetti nei quali ha coinvolto autori come Maurizio de Giovanni e Dacia Maraini.

Collabora con diverse riviste, tra cui Huffington Post, ed è caporedattrice del blog letterario Libroguerriero.it