Sei in Cultura

lutto

La scomparsa di Luciano Micconi: giornalista di razza con il "Corriere" e la Gazzetta" nel cuore

I ricordi e le testimonianze del nostro direttore e di tre colleghi del «Corriere della Sera» suoi amici carissimi 

07 febbraio 2021, 15:30

La scomparsa di Luciano Micconi: giornalista di razza con il "Corriere" e la Gazzetta" nel cuore

E’ morto a Milano Luciano Micconi, aveva 98 anni ed era giornalista professionista da 64. Originario di Zibello, si era trasferito da giovane a Milano e aveva cominciato le prime collaborazioni. Poi l'assunzione al «Corriere della Sera»: in 25 anni passati in via Solferino è stato caposervizio agli Interni, poi redattore capo e “leggendario” segretario di redazione, facendo da tramite fra la direzione e la redazione e gestendo i grandi inviati del «Corsera». Era un grandissimo  “tifoso” della Gazzetta». Ed era sempre rimasto affezionato a Parma, eleggendo a seconda patria Berceto, dove trascorreva ogni anno le vacanze estive.

I ricordi e le testimonianze del nostro direttore e di tre colleghi del «Corriere della Sera» e amici carissimi di Luciano Micconi

- Micconi, una vita in via Solferino (di Claudio Rinaldi) 

 

- Quel giorno che ci disse "Hanno ucciso Tobagi" (di Bruno Rossi) 

 

- Com'era bello eseguire i tuoi affettuosi ordini (di Antonio Ferrari)

 

- Il custode della tradizione e dell'orgoglio corrierista (di Marzio Breda)